Il golpe al Mieli

mieli(20 gennaio 2009) Marcello Veneziani su Libero svela i retroscena golpisti di Paolo Mieli e del Corriere della Sera. “Qualcuno sta lavorando contro il Popolo della libertà e il suo leader Berlusconi – scrive Veneziani – è il Papa laico della stampa italiana, Monsignor Paolo Mieli. Mieli non fa solo il direttore di un grande quotidiano, pur nei guai, ma si considera il direttore del Paese, una specie di governatore ombra del Furbistan, di Capo dello Stato latente; decide ministeri e direzioni di tg, orchestra campagne, esprime pareri vincolanti, decreta sommersi e salvati, cancella chi si frappone al suo piano, annulla valori e valorizza nullità, se sono funzionali al disegno. Non so se, come mormorano taluni navigati politici e informati osservatori, dietro di lui ci siano azionisti, imprenditori e lobbies… Ma il progetto è furbo e chiaro: staccare le costole a Berlusconi, ovvero i Gracchi Fini e Casini, e accorparli a Letta (Enrico) e Rutelli (Palombelli), e poi montare su queste quattro ruote la carrozzeria di Montezemolo e mettere un Draghi nel motore, per un governo tecnico-politico che sgonfi il bipartitismo, devitalizzi la destra e la sinistra, elimini Berlusconi. Il progetto, sul quale erano già pronti editoriali (qualcosa uscì incautamente all`indomani del voto), comandamenti e prescrizioni mediche, fu clamorosamente interrotto e deviato da quell`importuna intrusione del popolo sovrano che decise diversamente da quel che era stato deciso in alto loco; ma che vuole questo popolaccio bue, come si permette? E Casini restò in mezzo al guado”.

“La strategia, paralizzata dall`esito delle elezioni e poi dal folgorante avvio del governo Berlusconi, ha ripreso a macinare adesso – prosegue Veneziani – Lavorando ai fianchi, istigando anche in privato i notabili del centrodestra a insorgere nel nome del Nord contro Roma, o delle identità ferite contro il sovrano e il Partitone. Soffiando su ogni malessere passeggero, su ogni vertenza. Spingendo Casini nel cielo dei sondaggi, insieme a Fini, quando tutto questo plebiscito per i due ragazzi del Cavaliere non si nota proprio. E istigando Fini a emanciparsi da Berlusca, innalzandogli peana quando costui, spezzando la tradizione presidenzialista della destra, inneggia pro domo sua alla centralità del parlamento e assume il ruolo di speaker dell`opposizione nel centrodestra”.

“Appena si profila una crepa, un mezzo dissenso nel centrodestra – sostiene ancora Veneziani – ecco lì il Corrierone a soffiare usando tutti i mezzi, fisici metafisici e fisichelli, servendosi dei soliti garzoni, i ronchi di turno, per incitare alla rivolta e alla separazione. Il fine è rovesciare la monarchia berlusconiana, preparare un avvenire né di destra né di sinistra ma in bilico, dove quel che conta è naturalmente chi detiene il filo su cui volteggiare… Salviamo il nascente Popolo della Libertà dal mieloma e dai suoi virus, esterni e interni”.

Annunci

8 risposte a Il golpe al Mieli

  1. ormaistanco35 ha detto:

    Ciò che fa impressione è il fatto che Veneziani ha un cervello apparentemente funzionante se non parla di politica. E’ nato con la camicia nera, ma
    questo non basta a giustificare le fregnacce che si
    inventa quando scrive o parla del solo argomento
    che gli provoca allucinazioni. La sua capacità di
    sostenere che Mieli, notoriamente cerchiobottista
    di lunga pratica, complotta contro Berlusconi è
    degna del Premio Pinocchio d’ oro del secolo.

  2. DALIA TREVISO ha detto:

    Ma quale Corriere della sera legge Veneziani???

  3. Sendivogius ha detto:

    Non sapevo che Veneziani si facesse di crack insieme a Morgan… Vedo però che i deliri persecutori dell’Imperatore in calore contagiano anche il resto della corte, influenzandone gli stati allucinatori.
    Gli effetti collaterali non mancano:
    Sembra di leggere una parodia pulp della “Congiura di Catilina”, innestata su una sceneggiatura demenziale dei Monty Python.
    Forse il ‘Veneziani à penser’ produce le sue trame spionistiche durante le pause nei bagni di Palazzo, immagino con la preziosa consulenza del camerata Littorio, del Belpietro Ridens, e con le informative riservate del leggendario agente Betulla.

  4. pedrop ha detto:

    ..bisogna dire che la prima parte del discorso che raffigura una strana macchina fatta con un draghi nel motore è davvero carina…la definirei psichedelia pirotecnica. Un pizzico di antico, il chiaro riferimento ad un’altra macchinetta del genere: la “gioiosa macchina da guerra” di Occhiettiana memoria. Sappiamo tutti poi come andò a finire, quell’altra macchina.
    E’ chiaro che a quelli come Veneziani srotolarsi davanti agli occhi questi dejavù deve fare un immenso piacere. Posso capirlo. Lo sperare che si possa ripetere la storia poi, per un dichiarato nostalgico è qualcosa che va oltre il mero desiderio…è una ragione per vivere !! Quello che sinceramente non capisco è come si possa, accoccolati ai piedi del Gran Visir, continuare a ronfare sornioni sui cuscini, sempre pronti a fare il pelo dritto e graffiare chi fa un dispetto al Padrone, quello che sta sopra. Dopotutto Mieli fa, dignitosamente, il suo lavoro di giornalista; una rarità in Italia. Ma questo è un altro discorso. Un discorso su cui Veneziani, da persona intelligente e preparata quale è, dovrebbe trovare il tempo per spendere una parola, ma forse, come tutti i persiani (intesi come felini), è troppo pigro per far qualcosa mosso solo da se stesso, preferisce aspettare che un calcio nel fondoschiena da parte del Visir lo scuota dal suo torpore, mentre, adagiato sul cuscino damascato, dorme beatamente !!

  5. sky ha detto:

    si sa che i media sono tutti di sinistra e rigorosamente schierati contro il berlusca…

  6. khorne ha detto:

    Secondo me Veneziani si fa con roba pessima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...