CONCETTI GENERICI

A ben pensarci, quando si tratta di celebrare il ricordo dell’eccidio di persone da parte degli scherani di uno Stato canaglia si ricorre sempre ad un concetto astratto: Festa del Lavoro per ricordare l’eccidio di operai in sciopero per mano della polizia. Festa della donna, la ricorrenza della morte di alcune operaie arse vive dentro la fabbrica nella quale le aveva fatte rinchiudere il Padrone per impedire che scioperassero. Festa della Liberazione per ricordare il sacrificio dei nostri nonni e dei nostri zii  che si sono ribellati ad un potere violento, improvvido e sciagurato. Si potrebbe andare così all’infinito fino ad arrivare al Natale.Lavoro, Liberazione, Donna.

Poi, che con l’astrazione di questo concetto si debbano celebrare fra le Donne pure la Santanchè e la Prestigiacomo mettendole nello stesso calderone di quelle povere operaie così vilmente maritirizzate mi lascia l’amaro in bocca e un senso di ingiustizia. Almeno la chiamassero la festa delle donne proletarie sfruttate dai padroni.

La cosa cambia, invece, quando l’argomento riguarda temi meno tristi. E’ il caso della Festa della mamma e quella del papà. Ovviamente l’atmosfera che avvolge tutte queste celebrazioni è sempre la stessa. Tanto che, per ricordare l’eccidio dei lavoratori americani i Sindacati organizzano il solito megaconcertone che è poco impegnativo ma attira tanta gente e si fa un allegro casino tutti assieme.

Alla fine, della primaria intenzione di ricordare quegli eccidi per tenere sempre presente il motivo per cui si lotta: la crudeltà del potere cui ci si oppone e il prezzo che si è già pagato, non rimane nulla. Solo musica e tanta allegra caciara tutti assieme…Ah si ! Pure un mazzetto di mimose.

Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca. Contrassegna il permalink.

7 risposte a CONCETTI GENERICI

  1. Lug il Marziano ha detto:

    Quello di Genova e’, per l’appunto, un piccolo episodio, assolutamente ininfluente rispetto all’andamento del conflitto…

    • pedrop61 ha detto:

      Genova, Milano Torino prego (ovveo le città del triangolo industriale) più altre cittadine del nord. Il nord praticamente è stato liberato quasi in toto dalle milizie partigiane. Oppure vuole dire che le foibe le hanno fatte con gli americani presenti ? (e quindi consenzienti) Sarebbe uno scoop !!

  2. Lug il Marziano ha detto:

    Non ho parlato di farsa, ho detto solo che la Resistenza italiana non avrebbe mai potuto fare nulla di concreto, e la liberazione la dobbiamo a USA e Regno Unito. Le condizioni di favore furono dovute soprattutto alle truppe italiane che combatterono al fianco degli alleati dopo l”8 settembre. Andrebbe anche ricordato che molti, troppi, partigiani volevano liberare l’Italia dai nazifascisti per poi imporre una dittaturadi stampo sovietico come avvenne nell’est europeo…

    • pedrop61 ha detto:

      Le truppe italiane (monarchiche) accorpate agli alleati furono minoranza esigua e davvero ininfluente. Non fu merito loro il guadagno preso dalla politica al tavolo delle trattative (il governo infatti era governo antifascista) il lavoro nelle retrovie, gli attentati per contrastare l’arrivo di materiale bellico indebolirono la macchina bellica nazista. Negarlo è esercizio puerile. Così come ipotizzare che un esercito di popolo potesse da solo vincere contro una macchina bellica organizzata. Dire queste cose non rende onore alla capacità di analisi storico-politico-strategica dell’evento. La guerriglia nelle retrovie non ha il compito di vincere battaglie campali, ma può essere di appoggio.

  3. Lug il Marziano ha detto:

    Festa della Liberazione per ricordare il sacrificio dei nostri nonni e dei nostri zii ribellati ad un potere violento, improvvido e sciagurato…. fa parte della vulgata di certa sinistra. Il sacrificio fu dei soldati americani, inglesi e russi (per quanto anche loro portatori gravi di dittatura) che liberarono l’Europa dal nazismo… In particolare inglesi e americani che avrebbero potuto convivere abbastanza tranquillamente con il nazismo e invece decisero di dire no…

    • pedrop61 ha detto:

      che ti piaccia o no quel giorno ricorda la lotta di resistenza non gli alleati. Questo almeno è il significato di quel giorno dato da quella che tu chiami al vulgata di sinistra. Quanto ai riferimenti storici. Rammento che la resa del Generale Meinhold comandante la piazzaforte di Genova fu fatta con il CLN nella persona di Remo Scappini (nel CLN di Genova figuravano alcuni personaggi fra cui Baget Bozzo allora non ancora illuminato dalla fede). L’esercito tedesdco si consegnò ai partigiani, mentre le truppe alleate erano bloccate a ridosso del Monte di portofino e rimasero lì alcuni giorni poichè tutte le strade erano minate. La città di Genova rimase nella esclusiva gestione delle milizie partigiane per almeno tre giorni prima che arrivassero i primi carri alleati. le prime truppe erano composte tutte da ragazzi di colore che rimasero parecchie ore dalle parti di Via Camilla (Albaro) prima di ricevere l’ordine di dirigersi verso il centro. (si parla del 28 aprile 1945)- Così avvenne per le altre due città del triangolo industriale (il cuore pulsante dell’industria del paese fino al 1960 e per buona parte del nord italia. Farsa o meno (e non ho intenzione di polemizzare su questo con te) aver dimostrato l’esistenza di un esercito e di una classe politica in opposizione al regime ufficiale filotedesco, valse per l’Italia sanzioni più miti e un trattamento di favore, soprattutto sulle questioni confinarie.

    • pedrop61 ha detto:

      Infatti si celebra il 25 aprile chè è la data dell’insurrezione nelle città del triangolo industriale. Altrimenti si celebrerebbe ai primi di maggio che è la data della presa del bunker di Berlino.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...