Add your thoughts here… (optional)

bicisnob

La notizia della morte di A., la diciassettenne che domenica è stata uccisa da un Suv lungo una strada del lodigiano, era stata confinata nelle pagine di cronaca locale. E lì sarebbe rimasta, uno scarno necrologio per uno dei tanti lutti da incidente stradale. Cinque, sei righe appena, come quelle riservate a Simone, 19 anni, un altro ciclista schiacciato mortalmente da un camion a Monza, a poche ore e a pochi chilometri di distanza dalla provinciale che s’è portata via questa ragazzina non ancora maggiorenne.

Ma per l’incidente di A., nel pomeriggio di ieri, lo scenario cambia. Si scopre che il tasso alcolemico dell’uomo alla guida del Suv era superiore al consentito e la storia diventa subito cibo per i media, balza in prima pagina, entra nei titoli dei Tg, passa in radio.

Ai media non frega niente di A., della sua famiglia, degli amici che stavano con lei e…

View original post 462 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca. Contrassegna il permalink.

Una risposta a

  1. paolo ha detto:

    per pareggiare la cosa, non si potrebbe ammazzare un figlio del guidatore?se non ha figli gli ammazziamo un parente.in questo caso, mi sembrerebbe di schiacciare un bagherozzo, con tutto il rispetto per i bagherozzi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...