bicisnob

Mettiamola così: oggi è il 10 giugno 2013, s’è appena concluso il ballottaggio e Gianni Alemanno non è più sindaco di Roma. Prima delle amministrative il centrosinistra ha ripetuto il triste spettacolino delle primarie: si sono presentati Patrizia Prestipino, vicina al rottamatore Renzi, il presidente della Provincia Nicola Zingaretti e un’altra dozzina di candidati vari. Alla fine la spunta proprio Zingaretti (purtroppo non l’attore, quello che fa Montalbano, che se non altro recita bene, ma il fratello politico).

Che sensazione proverò il 10 giugno 2013 quando Zingaretti prende il posto di Alemanno? Un minuto di soddisfazione perché la città s’è liberata di Alemanno e poi di nuovo anni di niente perché la città ha scelto Zingaretti, uno che anche se fa politica da quando aveva 17 anni non è riuscito a fare una cosa che faccia esclamare “ah, però, guarda un po’ che è riuscito a fare Zingaretti!”. Si passa…

View original post 96 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...