bicisnob

si sta come d’autunno
sugli alberi le foglie
( http://www.salvaiciclisti.it )

Si può reagire in molti modi davanti alle immagini qua sotto. Con un minuto di silenzio, una candela, una lacrima, un fiore, una bicicletta bianca, una preghiera, una lettera aperta, una veglia di solidarietà, un appello, un mai più. Io non sto zitta, non depongo fiori, non prego. Mi viene, banalmente, solo un pensiero, sempre lo stesso. Penso a me che vado in bicicletta e a tutti quelli che conosco che fanno altrettanto. Tra di loro non ci sono eroi, è gente normale (magari è speciale per me), ci sono professoresse e studenti, giornalai e giornalisti, tecnici informatici e meccanici di ciclofficine, fotografi e pasticciere, impiegati e funzionari. Non si può mai dire, ma con ogni probabilità, per tantissimi di noi – per via del mestiere che facciamo, per via delle attività che svolgiamo – la cosa più pericolosa della vita, di…

View original post 253 altre parole

Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca. Contrassegna il permalink.

Una risposta a

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...