Monti junior lavora in un call center

La famiglia Fornero è una fabbrica di lacrime. Dopo la madre ora piange la figlia che è giovane ma, guarda caso, ha già una cattedra nella stessa università di mammà e papà. “Sono stata condannata da un blog”, lamenta la figlia della Fornero, Elsa Deaglio, che ha messo in discussione il suo brillantissimo curriculum. Nata nel 1974, Silvia Deaglio, a soli 24 anni è già laureata in medicina. Si è specializzata in oncologia nel 2002 e ottiene un dottorato in genetica umana nel 2006. Nel 2005, appena conseguito il Master e nel mentre svolge un dottorato in Italia, la giovane professoressa, ottiene un incarico presso il prestigioso Beth Israel Deaconess Medical Center di Harvard, il celebre college di Boston. Poi diventa responsabile della ricerca alla Hugef, una fondazione che si occupa di genetica. Alcune sue ricerche sono state finanziate dalla Compagnia di Sanpaolo, fondazione che è la prima azionista della banca Intesa Sanpaolo, di cui sua madre era vicepresidente. La figlia del ministro del Welfare, Elsa Fornero, è oggi professore associato alla facoltà di Medicina dell’università di Torino. La stessa università nella quale insegnano la madre-ministro e il padre, Mario Deaglio, economista e giornalista.
Ma come è possibile che nessuno di questi ragazzi (Monti jr, Fornero jr, Cancellieri jr, Passera jr, Profumo jr…) abbia fatto, non dico anni, ma un piccolo periodo di precariato sfigato, un semestre in un call center, una fila (anche breve) davanti a un ufficio di collocamento. Sono tutti capitani d’impresa, baronetti dell’università, manager di imprese pubbliche (spesso) e private. E’ anche grazie a loro (magari non a tutti loro, ma a gran parte di loro, i Bossi jr, La Russa jr, i Celli Jr, i Martone jr, i Cancellieri jr, eccetera eccetera) se l’economia e la cosa pubblica in Italia vanno così male. La carriera la fanno i “figli di”, non necessariamente i più bravi: il Paese si tramanda di padre (0 di madre) in fglio e quelli che hanno più capacità ma un albero genaologico ridicolo magari stanno nei call center, accusati pure di essere mammoni, sfigati e attaccati al miraggio del posto fisso..

Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Monti junior lavora in un call center

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...