Anche la Regione Lombardia ora ha un Governo tecnico

Purtroppo nessuno ha prestato la giusta attenzione alla Regione Lombardia di Roberto Formigoni che, dopo un voto legittimo e democratico, ha scelto comunque di puntare sulle competenze nella formazione dell’esecutivo. Altro che tecnici di Monti. Basta dare un’occhiata ai curricula nella pagina web della giunta del pirellone. Le parti in corsivo – nota bene – sono quelle scritte dai diretti interessati nei rispettivi cv.

Romano La Russa, assessore alla sicurezza: Nato a Paternò, in provincia di Catania, l’11 gennaio 1952. Risiede a Milano dal 1960. Giovanissimo, partecipa alle battaglie politiche della Destra meneghina (a colpi di spranga, ndr), ricoprendo importanti incarichi prima nella Giovane Italia e poi nel Fronte della Gioventù. E’ un tecnico, o meglio è, tecnicamente, il fratello di Ignazio La Russa.

Daniele Belotti, assessore all’urbanistica:  Bergamasco, nato nel 1968, di professione commerciante, è giornalista pubblicista e vanta collaborazioni con il quotidiano “La Padania” e varie riviste locali.

Giulio Boscagli, assessore alla famiglia. Nato il 30 giugno 1948, residente a Lecco, coniugato e ha sei figli (chi meglio di lui in quel ruolo, con una famiglia così numerosa). E’ stato presidente del Comitato per l’istituzione della Provincia di Lecco. E’ stato inoltre membro dei Consigli di Amministrazione dell’Associazione per l’istituzione di scuole universitarie a Como e Lecco, dell’Ente Pensionati Lecchesi. Un’ultima cosa. E’ il cognato di Formigoni, altro titolo che giustifica l’assessorato alla famiglia.

Gianni Rossoni, assessore all’istruzione e al lavoro. Nato a Offanengo (CR) il 17 gennaio 1949. Diplomato ISEF, insegnante di educazione fisica. Non fa una piega, insegna ginnastica… all’istruzione.

Massimo Buscemi, assessore alla cultura. Nato a Magenta (MI) il 13 giugno 1960, risiede a Milano. Dirigente d’azienda. Laureato in Economia e commercio alla Bocconi di Milano, consegue un Master in comunicazione d’impresa. A dire il vero non dirigeva nessuna azienda, ma (guarda un po’) era funzionario di quella Publitalia di Dell’Utri che tanto ha fatto per la nascita di Forza Italia. Insomma, un esperto della vendita di spazi pubblicitari alla cultura… un ossimoro.

Giulio De Capitani, assessore all’agricoltura. Nato ad Olginate (LC) il 27 febbraio 1946, architetto. Laureato al Politecnico di Milano, libero professionista dal 1971. Poi subito dopo è stato eletto e ha sempre fatto il politico. Non ha mai lavorato in vita sua. Braccia sottratte all’agricoltura.

Domenico Zambetti, assessore alla casa. Nato a Bari il 15 settembre 1952, vive e lavora a Milano dal 1973. Ha due figli ed è nonno di Carlotta e di Tommaso. Ha fatto parte per numerosi anni del CRIAL, (Comitato Regionale Inquinamento Atmosferico della Lombardia). Segretario della Commissione analitica per l’incidente di Seveso, Zambetti è esperto in materia di gas tossici e autore di una pubblicazione dal titolo “Guida alla conoscenza e all’uso dei gas tossici”, pubblicato nel 1995 da Assoservizi e ripubblicato nel 2009. Mi sa che gli hanno dato l’assossorato alla casa a sua insaputa.

Stefano Maullu, assessore al commercio. Nato a Milano il 15 marzo 1962. Nel 1987 inizia la carriera politica nella maniera più tradizionale, in sezione. Un altro che non mai fatto un cazzo in vita sua.

Carlo Maccari, assessore alla semplificazione. Nato a Volta Mantovana l’11 maggio 1965. Laureato in Farmacia all’Università di Parma. Presidente provinciale del Fronte della Gioventù, viene eletto a 20 anni consigliere comunale per il Msi a Castiglione delle Stiviere e successivamente riconfermato. Idem, come sopra: solo politica, mai lavorato.

Alessandro Colucci, assessore al paesaggio. Nato a Milano il 20 maggio 1974, dopo varie esperienze lavorative nel settore della moda, dell’abbigliamento, della ricerca di mercato e della grande distribuzione… Faceva il commesso o stava alla cassa?

Monica Rizzi, assessore allo sport. Inutile pubblicare il cv: è falso. E’ la leghista che si era autoattribuita una laurea in psicologia infantile in una fantomatica università svizzera. Con la laurea tarocca ha pure beccato, illecitamente, consulenze per alcuni ministeri a guida leghista. Roma ladrona, eh?

Poi in Regione Lombardia c’è il Trota e soprattutto c’è il capo, Roberto Formigoni, quello che si veste come un agente Tecnocasa e fa affari come uno di Cl. Che bella squadra di tecnici.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Anche la Regione Lombardia ora ha un Governo tecnico

  1. stefano maullu ha detto:

    “caro” ragazzo, prima di cassare il mio lavoro con una riga supponente si informi, e dato che non lo fa, la metto al corrente io stesso. quello che “non ha mai fatto un cazzo in vita sua” ha iniziato a lavorare appena sedicenne, mentre proseguiva gli studi, e da studente lavoratore è poi diventato responsabile sviluppo per il nord italia per una nota multinazionale francese. durante quegli anni ho coltivato la passione e l’impegno in politica. sa, se ho preso 17mila preferenze è perché le persone sanno che sono uno che sgobba. chissà se lei riuscirebbe a raccogliere altrattanto consenso o anche solo a seguire il ritmo di lavoro di una mia giornata tipo.

    • lerane ha detto:

      Caro Stefano Maullu, per prima cosa mi permetta di dirle che non so se sia veramente lei. Se così fosse ci sono due cose da aggiungere. La prima: mi spiace di aver liquidato Stefano Maullu in una riga. Rimedio subito pubblicando integralmente qui sotto il cv integrale così che tutti possano rendersi conto di quanto ha sgobbato in questi anni. La seconda cosa: sono pienamente d’accordo con lei: non riuscirei a seguire il ritmo di lavoro di una sua giornata tipo o di una giornata tipo di tantissimi altri politici. Non mi reggerebbe lo stomaco.
      Stafano Giovanni Maullu, Nato a Milano (MI) il 15/03/1962. Grado di istruzione: Superiore. Professione: Politico/Amministratore locale. 1987 Inizia la carriera politica. 1993 è eletto Consigliere di Circoscrizione del Comune di Milano e diviene Presidente della “Commissione Urbanistica”. 1997 Viene eletto Consigliere comunale di Milano ed assume l’incarico di Vice Presidente del CIPEM (Consorzio Intercomunale per l’Edilizia Residenziale Pubblica). 1999 Assume la presidenza della Commissione “Urbanistica ed edilizia” del Comune di Milano. 2000 Eletto nel Consiglio regionale della Lombardia, diventa membro delle Commissioni Consiliari “Territorio” e “Ambiente e Protezione Civile”. 2001 Assume l’incarico di Presidete della “Commissione speciale per l’attuazione delle politiche comunitarie”, che, gli consente di occuparsi direttamente del rapporto tra il Consiglio della Regione Lombardia e la Comunità Europea. 2004 Diventa Presidente di “Navigli Lombardi”, società consortile della Città di Milano. 2005 Viene rieletto in Consiglio regionale e assume la Presidenza della Commissione “Ambiente e Protezione Civile”. 2006 E’ nominato Presidente dell’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale della Città di Milano, Ente che ha il compito di organizzare il servizio idrico integrato della città, inteso nei tre settori dell’acquedotto, fognatura e depurazione. 2008 Ricopre la carica di Assessore alla Protezione Civile, Prevenzione e Polizia Locale. 2010 Viene eletto per la terza volta nel Consiglio regionale della Lombardia ed assume contestualmente la carica di Assessore al Commercio, Turismo e Servizi.

  2. calvina speranza ha detto:

    sono stata incerta se scrivere o no, perchè oggi ( periodo) che stiamo annaspando per tenerci a galla dopo anni e anni di governi che hanno accumulato errori folli per difendere e imporre le loro ideologie di partito per emergere e prendersi il tanto agognato potere…beh! leggere ancora critiche (denunce) su quelli di dx che non hanno fatto mai un c…o in vita loro ma vengono dai vivai dei partiti mi fa lo strano effetto di mandarmi in bestia e farmi cadere le braccia. ma lo capite o no che sx, dx, centro, estreme dx/sx è così dappertutto!!! Stiamo così per questa ragione, questi imbecilli che pretendono ancora oggi di far prevalere gli IDEILOGISMI ( ormai scaduti da tanto ma “loro” non se ne sono accorti, infatti fanno leva sull’odio di classe e una fantomatica UGUAGLIANZA e la danno in pasto alla loro base “ignorante” nel senso stretto della parola, come fosse una religione) siamo ancora al TOGLIAMO AI RICCHI PER DARLO AI POVERI !!!!!! e, intanto chi paga sono proprio quelli che lavorano sia come operai, commessi, impiegati etc sia quelli che gli danno il lavoro e che combattono per resistere sia per loro stessi che per salvare la loro azienda (negozio) e così facendo cercare di salvare quei posti di lavoro che danno e per i quali vengono odiati perchè SFRUTTANO….anni e anni fa ho raccolto le firme per un referendum sulla eliminazione del SOSTITUTO D’IMPOSTA ma la sinistra (allora al governo) e i sindacati TUTTI ce l’hanno ostacolato tanto che poi malgrado i milioni di firme raccolte la corte non ce l’ha ammesso !!!! perchè? semplice, allora eravamo con le lire. provate a dare lo stipendio COMPLETO in mano al lavoratore e fategli pagare direttamente tutte le trattenute e gli oneri che l’azienda deve pagare ogni mese sullo stipendio versato al dipendente poi vedete se i LAVORATORI si svegliano !!!! all’epoca lo stipendio medio era all’incirca unmilioneottocentomilalire, bene! da calcoli fatti COSTAVA quattromilioni cioè il 110%in più all’anno!!!!!
    ragazzi, basta questa guerra per i colori!! rosso, nero, bianco…..oggi c’è una realtà GLOBALE con la quale fare i conti, la concorrenza con paesi dove il costo del lavoro è praticamente nullo così come i diritti dei lavoratori e quelli civili…oggi siamo in mano a poteri FINANZIARI attenzione non ECONOMICI i quali poteri sono attualmente padroni del mondo e per loro natura sono INGORDI sono loro che determinano queste gravi crisi, sai quanto gliene frega a loro del benessere dei cittadini!!!!! guardate una delle prime misure che il governo Monti s’appresta a varare : la limitazione del CONTANTE credete davvero che questo porti alla scoperta di qualche evasore???? non scherziamo ! questo porta solo AD UN INCREMENTO PAUROSO DEI RICAVI BANCARI !!!! pensate ad ogni transazione carte di credito, assegni, bonifici, TUTTO DEVE PASSARE TRAMITE BANCA e…ogni operazione, si sà ha un costo !!! e che costo!!!! pensate a queste cose e lasciatre perdere le stronzate di partito!!!!
    ciao, e facciamoci gli AUGURI !!! calvina speranza

  3. fulviosguerso ha detto:

    Il “personaggio” Roberto Formigoni mi ha sempre affascinato: sempre impeccabile, sorridente, sprizzante bonomia da tutti i pori, impermeabile alle domande più insidiose dei giornalisti maligni, da tempi immemorabile veleggia sulle acque infide della politica, lombarda e nazionale, con la sua aria da eterno adolescente di buona famiglia: A quanto pare ha perso il suo aplomb solo quando è stato fischiato dai ragazzacci che aspettavano i maggiorenti del Pdl fuori da Palazzo Grazioli: ha avuto un moto di stizza e ha fatto il gestaccio del dito medio alzato. Ma poi si è pentito. In fondo, prima di tutto, è un cattolico osservante…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...