La Finocchiaro regala iPad coi soldi tuoi

Anna Finocchiaro è generosa e ha deciso che per Natale farà trovare un bell’iPad sotto l’albero di ogni senatore Pd. Tu sei più generoso della Finocchiaro visto che quell’iPad lo pagherai con le tue tasse.

Il capogruppo Pd al Senato ha infatti informato per iscritto i colleghi che “è in corso una trattativa con la Apple per la fornitura dell’iPad 64Gb e abbiamo ritenuto utile preavvisarvi anche in considerazione  dell’approssimarsi delle festività natalizie”.

Gli oltre 100 pc multi-touch saranno comprati dal Pd utilizzando i contributi che ogni gruppo parlamentare riceve dallo Stato per il supporto delle attività e dei compiti dei senatori, nonostante ogni onorevole abbia a sua disposizione un budget di 4.000 euro a legislatura proprio per l’acquisto di apparecchiature elettroniche e informatiche.

Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

76 risposte a La Finocchiaro regala iPad coi soldi tuoi

  1. Pingback: con che faccia da culo? « Salvatore Grizzanti

  2. pedrop61 ha detto:

    al di là del fatto che l’iPad l’ha comprato anche il mio vicino di casa per la sofisticata figlia sedicenne, questo la dice lunga sul reale sentire mordere la crisi di tanti italiani, (forse solo per motivi di capacità intellettuali dopo decenni di disabitudine al risparmio); e lui appartiene come me al ceto medio. Quello che forse suscita perplessità non è tanto nella scelta di un gadget tecnologico così sofisticato e costoso per “i compari di scranno”, quanto questa continua, incessante pioggia tamburellante che arriva alle nostre orecchie e sulle nostre teste di notizie che mostrano da una parte i segni inequivocabili della crisi: la messa in pericolo di posti di lavoro, la mancanza di servizi essenziali, l’inesorabile ritirata di qualunque aspirazione ad investire in eventi culturali, dall’altra un paese dove per gli amici degli amici si creano posti ad Hoc. Abbiamo apprezzato l’altra sera il pregevole servizio di Report dove venivano mostrate per la prima volta le Agenzie che dovrebbero curare gli interessi dei cittadini per il rispetto della Privacy, per essere tutelati dalle Banche, per essere tutelati dai cartelli capestro imposti dalle Assicurazioni. Abbiamo visto come, questo meccanismo, in teoria positivo, buono, democratico si sia rivelato invece l’ennesimo pentolone dove sistemare amici e parenti. Abbiamo apprezzato l’affabile eloquio di Catricalà rivendicare il doppio stipendio, per quello che faceva prima e per quello che sta facendo adesso, guadagnando uno stipendio da favola. Abbiamo visto chi dovrebbe vigilare sulle Banche (i banchieri stessi), chi dovrebbe vigilare sulle assicurazioni, loro stessi, e ne paghiamo, di tasca nostra le conseguenze. Anche per quest’anno dovrò pagare un’assicurazione che si aggira attorno al mezzo milione di euro, anche se ormai sono in classe 1, anche se lo scorso anno a seguito di un incidente nel quale avevo ragione, con constatazione amichevole e testimonianza, la mia stessa Assicurazione per lungo tempo si rifiutò di pagare. Dopo svariati mesi dovetti rivolgermi ad un avvocato per spuntare qualche soldo che non ha coperto assolutamente i danni arrecatimi.
    Di fronte atutto questo anche un innocente iPad, sortisce l’effetto di una granata in piena faccia, sulla faccia degli operai di Pomigliano, sulla faccia dei tanti che passano un’altra notte in macchina perchè sfrattati dalle loro case, sui tanti che vengono denunciati perchè sorpresi a rubare qualche insaccato in un supermercato.
    Mi domando fino a quanto saremo disposti a sopportare tutto questo, quanto tempo dovrà ancora passar prima che insieme non andiamo a cercarli a casa questi signori, perchè, diciamolo chiaramente, se risucissimo a risparmiare su quello che ci costano (tutto compreso), probabilmente i conti del Paese si rimetterebbero a posto e noi potremmo vivere sicuramente più agiatamente, avere un lavoro sicuro, una pensione decente e un futuro sicuro per i nostri figli. D’altra parte se non elimini l’emorraggia perdi il malato no ?

  3. Fabiano ha detto:

    Beh aspettate…il fatto che i parlamentari tra di loro si facciano regali è una prassi…è vero che lo fanno utilizzando spesso i soldi dei rimborsi, ma è bene dire che quei soldi li prenderebbero lo stesso…Nel senso, la finocchiaro fa gli iPad, altri regaleranno prosciutti e salami, altri i soldi se li tengono in tasca, ma sempre quello pagheremo…la battaglia, e va fatta, va fatta contro i rimborsi elettorali…

  4. Ozymandias ha detto:

    A posto siamo.
    Ulteriore conferma dell’inadeguatezza di questo ridicolo partito.
    Certo nemmeno le escort servono per governare.

  5. paolo ha detto:

    Scusate, ma con i soldi destinati alle attività di partito ognuno fa quello che gli pare.
    Meglio spenderli per pubblicizzare la candidatura di signorine discinte?

  6. Asteria ha detto:

    è in corso una trattativa con la Apple per la fornitura dell’iPad 64Gb e abbiamo ritenuto utile preavvisarvi anche in considerazione dell’approssimarsi delle festività natalizie”.

    dice lei: ma significa che paca il pd o che hanno in essere una convenzione? Ovvero: uno sconto di Apple per i senatori pd? Non si parla mica di dono
    prima di parlarne male vorrei capire meglip

  7. Walter ha detto:

    Mah…
    Sono sinceramente dubbioso…

    Un documento di word non puo’ essere considerato una fonte certa

    per quel che ne so potresti pure averlo scritto tu…

    Avessi messo un pdf con tanto di firma della Finocchiaro… beh sarebbe stato differente…

    Non sono convinto…

    • lerane ha detto:

      Caro Walter fai bene a dubitare sempre, ma se vuoi verificare la veridicità della notizia è molto semplice, addirittura semplicissimo se sei Walter Veltroni.

      Allora ti do un numero telefonico 06 67061. E’ il centralino del Senato. Ti fai passare il gruppo Pd e chiedi conferma. Vedrai che ti verrà data.

  8. almeno lo sapessero usare!!!
    questi manco sanno cos’è una e-mail… e, scusate, potreste ricordarmi quanto prendono al mese in busta paga per non saperlo fare??? beh, è vero, poverini, in fondo siamo solo nel 2010, quasi 2011… dopo cristo!!!

  9. Nicola ha detto:

    Che potessero morire tutti

  10. Irene ha detto:

    No ma é un’ingiustizia…quelli della camera sono stati cattivi che non gli regaliamo niente????instituiamo un numero per la raccolta fondi via sms!!!mamma mia gente qui non saprei dove togliere x mettere mi fanno tutti schifo!!!

  11. Andrea ha detto:

    esticazzi …

    no, nel senso che ho chiesto un commento al grande capo esticazzi che ha detto:
    esticazzi che la Finocchiaro poi la voteranno perché è diversa !

  12. Federico ha detto:

    A proposito, sto leggendo l’articolo e i commenti con l’iPad: il documento linciato non si apre, dice “formato non valido”… AHAHAH.

  13. brighella ha detto:

    sentivamo proprio il bisogno di un altro spreco.

    grazie pd…

  14. Giulio ha detto:

    E’ uno scandalo che questi li spendano così i soldi che, in barba ad un referendum che affermava chiaramente il contrario, si sono attribuiti TUTTI i partiti con l’ennesima legge vergogna. La fonte effettivamente mi lascia perplesso, potevo scriverla anch’io col mio pc (pagato coi miei soldi come in genere accade a noi comuni mortali), ciò non toglie che non sia certo inverosimile come notizia. La classe politica italiana è una delle più immorali d’Europa, non solo per le mignotte del premier, ma per i soldi che si attribuisce e i privilegi ingiustificati. Sui 20000 € mensili che prendono non devono togliere NULLA per le spese vive, casa, trasporti, bollette, ecc… Io spero in un vento nuovo, quello che ha fatto sì che, ad esempio, la Lista 5 Stelle tanto sbeffeggiata da questi papponi abbia rinunciato in Emilia Romagna al rimborso elettorale che le spettava e che i parlamentari regionali eletti si siano fissati da soli uno stipendio di 2000 € mensili nonostante spettasse loro molto di più.

  15. Ugo ha detto:

    Il bello è che proprio ieri mattina (09.11) mi sono arrivati a casa 5/6 volantini con tanto di bollettino postale di versamento per la campagna del PD firmata da Bersani.
    Che stiano cercando i fndi per finanziarsi gli IPad?!?!?!?!
    Certo che di questi tempi razzolano veramente male pure loro, non provano neppure un briciolo di vergogna con certe iniziative!!!

    P.S. Per la cronaca, i bollettini li ho buttati nella stufa, era già accesa e hanno fatto una bella fiammata.

  16. gustavo de Mari ha detto:

    @V ALERIO…..idiota sarà lei..che ignora quale sia la provenienza di quelli che lei definisce soldi dipartito…nella migliore delle ipotesi dalle nostre tasse…e dai nostri voti….

  17. Adriana ha detto:

    Ma vaffanculo pure alla Finocchiaro…ai senatori li regala? Li regalasse a chi non arriva alla fine del mese! BASTA CON LE BARZELLETTE!

  18. Lycaone ha detto:

    Ci sono stati sprechi di altro genere ben piu’ gravi, tutto sommato tecnologizzare un po’ i parlamentari lo trovo corretto. Ma avrebbero dovuto usare il loro fondo specifico per gli acquisti ed usare quelli di partito per operazioni di informazione e di conquista del territorio.

    Un po’ retorico dato che con 70.000 non si fa nulla.

    Un altra nota.. e’ stato fatto un bando? iPad non e’ l’unica possibilita’ e sarebbe bello che la politica, soprattutto quella parte ci fa un po’ meno ribrezzo si orientasse all’open source. Apple non ha certo bisogno di regali di questo genere.

    • kreaton ha detto:

      Il problema è che sono così poco “tecnologizzati” che volere anche che capiscano cosa è l’open source è fantasioso (in questo caso non parlerei di open source, comunque… la apple ti sta vendendo anche l’hardware, e sono stati loro a lanciare sul mercato questo tipo di tablet, quindi credo conti di più la forma che il software che la riempie)…

      Il fatto è che la stragrande maggioranza dei politici non ha la minima cognizione di cose che invece sono piuttosto note in rete o a chiunque usi il computer. Non mi stupirei se la maggior parte non sapesse nemmeno usare excell (per non dire controparti open source)… In effetti pochi anni fa un mio conoscente è venuto a decantarmi le meraviglie proprio di questo programma (“e basta cliccare un tasto e puoi colorare le caselle! E’ tutto più facile da leggere!”) e lui è ancora abbastanza giovane. A noi hanno iniziato ad insegnare ad usarlo alle medie, forse se riusciamo a diffondere un po’ di cultura informatica nelle scuole fra un paio di generazioni le cose miglioreranno (a parte venire superati ulteriormente dal progresso).

  19. valeria ha detto:

    immagino che il punto sia: vogliamo votare per un gruppo di parlamentari che ritiene di avere neccesità di un Ipad per meglio svolgere le proprie funzioni?

    io no. non voglio. non voglio una banda di fanatici (nel senso di vanitosi) opportunisti…

    saluti

  20. alberto ha detto:

    ma questi soldi non potrbbero usarli per aiutare anche solo una piccola classe di una piccola scuola pubblica, ma si sa …. il potere logora!!!!!!!!!

  21. giulio pons ha detto:

    Bah. Non c’è proprio bisogno di sti regali, dai Finocchiaro, rinuncia, che se lo comprino.

  22. gustavo de Mari ha detto:

    Qualcosa non funziona..il commento inviatovi in precedenza era il primo e non già,come mi giunge risposta da voi m,già scritto.Saluti GdM

  23. Gustavo de Mari ha detto:

    Con questa crisi economica,coi giovani dispersi in giro per il mondo alla ricerca di occupazione le Finocchiaro pensa ai regali natalizi…ma chi è Berlusconi? E’evidente che il morbo attacca dovunque e chiunque! Coi nostri soldi…facesse iniziative benefiche…la scelta è ampia…dagli orfanelli ai cassintegrati..bisognerebbe solo individuare un oggetto o un servizio0 da rendere disponibile per la collettività.Con la mia magra tredicesima di pensionato…tapperò i buchi!!

  24. valerio ha detto:

    Idioti il PD non è al governo, son soldi di partito, bella libertà di stampa

    • lerane ha detto:

      ?????

    • Lycaone ha detto:

      A parte che con gli insulti non si risolve nulla. Quei soldi “di partito” sono tutti di provenienza dalle nostre tasche.
      Ci sono stati sprechi di altro genere ben piu’ gravi, tutto sommato tecnologizzare un po’ i parlamentari lo trovo corretto. Ma avrebbero dovuto usare il loro fondo specifico per gli acquisti ed usare quelli di partito per operazioni di informazione e di conquista del territorio.
      Un po’ retorico dato che con 7.000 non si fa nulla.

    • gustavo de Mari ha detto:

      Mas ancora non ha capito che il PD non è il vecchio PCI che possedeva soldi dei partyito provenienti da tesseramento,sottoscrizioni,versamenti dovuti dagli eletti?

  25. rael ha detto:

    meglio l’i-pad che le mignotte

    • lerane ha detto:

      Rael sfrutto il tuo articolatissimo commento per provare a fare un po’ il punto. Meglio l’iPad che le mignotte? Giusto! Meglio le mignotte che i pedofili? Giusto! Meglio i pedofili che i pedofili mafiosi! Giustissimo! Eccetera eccetera… Le gerarchie è sempre bene non dimenticarle. Mai. Tuttavia c’è qualcosa che non riguarda né l’iPad né i cristalli di Boemia né la carta intestata del Senato che pure qualcuno ha citato. Si tratta di due cosette: coerenza e credibilità. Per scegliere chi è meno peggio (tipo quando si va a votare) vale sicuramente il ragionamento della gerarchia (tipo iPad, mignotte, mafiosi…), per scegliere i migliori (tipo quando si decide di riporre la propria fiducia in qualcuno) servono anche altre cose, come la coerenza, la credibilità, eccetera. Pensate di no? Perfetto! Ognuno la pensa come vuole.

  26. Laura ha detto:

    ma qual è lo scandalo? che ci siano dei contributi dello stato ai partiti? che la Finocchiaro li usi? che vengono usati dei soldi per l’I-pad?

    • nonno luigi ha detto:

      ..che la Finocchiaro li usi in quel modo…

      • gabriella ha detto:

        Se parliamo di finanziamento ai partiti è un conto, ma se prendiamo per buono che ciò esiste per ogni partito anche quello di un solo uomo, non capisco quale problema si sta sostenendo. La Finocchiaro sta parlando alla sua associazione, sta coordinandone l’attività, con i denari che provengono da una norma valida per ogni partito. Non è certo un bene di stato, tipo i viaggi delle auto blu o aerei per trasportare le escort a palazzo Grazioli

      • kkk69 ha detto:

        I contributi ai partiti per me non sono uno scandalo…..ma…una vergogna! Il come li spendono poi…uno schifo!

  27. Giovanni Caturano ha detto:

    2 cose:
    1) Contrariamente a quello che il titolo lascia tendenziosamente intendere ad alcuni, il fatto non comporta alcun esborso aggiuntivo per il contribuente e non è nemmeno possibile in maniera semplice usare quel denaro per scopi diversi a quelli a cui è destinato. Il problema è che i gruppi parlamentari ricevono troppi fondi? Che i parlamentari hanno troppi privilegi? Bene. Diciamolo per la centesima volta e fine. Wow: che notiziona!
    2) L’iPad non è un PC (non espone nemmeno il concetto di “file”).

    P.S.
    Io sarei ben contento se i parlamentari mantenessero tutti i privilegi ma in cambio lavorassero lo Stato.

  28. Alberto ha detto:

    Che tristezza!
    e a me che la finocchiaro piaceva anche….

    • gabriella ha detto:

      La Finocchiaro non usa soldi dei contribuenti, ti stanno ingannando approfondisci bene?

      • lerane ha detto:

        Ricapitolando. Ogni senatore riceve dallo Stato 4.000 euro a legislatura per acquistare apparecchiature elettroniche e informatiche. I gruppi invece ricevono, sempre dallo Stato, contributi per poter svolgere la loro attività. In altre parole: l’onorevole il Pc può (anzi deve, visto che ha un rimborso forfettario ad hoc) accatterselo da solo mentre i soldi dei gruppi vanno destinati all’attività politica non ai regaliu natalizi. Approfondisci meglio! 🙂

  29. Sergio ha detto:

    Complimentoni per l’allegato… questo la chiamte fonte????!?!?!
    un foglio word, che sono capaci tutti di scrivere così, me la chiamate FONTE??!?!
    Andate a prendere per i fondelli qualcun altro…

  30. mariana ha detto:

    Vorrei maggiori informazioni sulla notizia. Non si può lanciare il sasso e lasciarlo sospeso! I senatori prima di lei cosa facevano? Ed i capogruppo degli altri partiti per Natale cosa fanno? Raccontatela tutta per favore se volete essere credibili!

    • filomarino ha detto:

      Sì, d’accordo. E indaghiamo pure per vedere se gli assessori del comune di Baranzate di Sotto per caso non abbiano fatto anche loro qualche regalo natalizio coi soldi pubblici… Mariana per cortesia… Tu il sai l’hai gettato e non è rimasto sospeso… purtroppo ti ha colpita dritta in fronte!

  31. Pingback: Tweets that mention La Finocchiaro regala iPad coi soldi tuoi | Rassegna Stanca -- Topsy.com

  32. doriano ha detto:

    direi piuttosto che lo stipendio dei singoli dovrebbe essere compreso nei soldi che diamo ai gruppi parlamentari, poi ognune ne fa quello che vuole.

  33. Vania Arcangeli ha detto:

    Ma non ti viene in mente che c’è sicuramente qualcuno che ha bisogno di libri e computer per studiare?E non se li può comprare e nessuno glieli regala ?Vedete che il problema è che ognuno pensa solo al proprio orticello e nessuno si preoccupa delle cose importanti e delle priorità…….magari qualcuno le dice pure “Brava”!

    • rock ha detto:

      Vania sono concordo pienamente con te. In questo mondo esiste una sola verità assoluta: ognuno pensa al proprio benessere!
      La solidarietà? Una parola bella così come tante altre e basta.
      Buona fortuna a tutti ce n’è veramente bisogno………………….

      • rock ha detto:

        Dimenticavo: il finanziamento pubblico dei partiti fu abolito con un referendum. I maiali approvarono in seguito una nuova legge che abrogava il risultato referendario!

  34. Yerle ha detto:

    Demagogia quasi allo stato puro. Al limite possono essere un problema i contributi pubblici, ma una volta assodato che esistono credo che i partiti ne possano fare quel che vogliono, secondo la propria idea di strategia politica e cooptazione del consenso…
    Quindi gli iPad li paga il PD, non noi… e comunque meglio gli iPad della Finocchiaro che le escort e la coca, anch’esse pagate con i soldi pubblici…

    • diego ha detto:

      i soldi sono del PD.. chiaro, guadagnati con dure giornate di lavoro in fabbrica.. il lavoro di altri però..
      ma la vera chicca è la tua chiusura, meglio gli iPad.. davvero degna di plauso e indice di una mente brillante e sagace… in conclusione, sparati, sei patetico…

    • tafanus ha detto:

      Concordo assolutamente con te. Il problema poytrebbe essere quello dell’esistenza dei contributi. Poi la Finocchiaro regala l’Ipod, Berlusconi regalava PC portatili e Rolex.

  35. Pina Petrucci ha detto:

    Anche a me farebbe molto piacere riceverlo perchè sicuramente nessuno/a me lo regalerà. E manco potrò comprarlo, porcaccia la miseria!

  36. anonimoz ha detto:

    Pc multi-touch?
    Comunque, fonti?

    • lerane ha detto:

      La fonte è Anna Finocchiaro (c’è la lettera che ha scritto ai senatori in allegato).

      • Enrico Giorgio ha detto:

        Quel foglietto non vale la carta sulla quale è scritto. L’estensore dell’articolo dovrebbe sapere che i gruppi al senato scrivono su carta intestata del senato con tanto di logo del loro gruppo, e se non lo sa glielo dico io. Inoltre manca la firma del presidente del gruppo pd. Ergo questa notizia è una bufala. O forse Feltri ha fatto scuola?

      • lerane ha detto:

        l’ha spedito per mail, dalla sua mail!

      • Enrico Giorgio ha detto:

        Se quella è una mail….. l’ha scritta un semianalfabeta. Senatori si scrive con la maiuscola, la punteggiatura è buttata con il setaccio per la farina, almeno dove è stata messa, e poi:
        Certo di fare cosa utile e gradita, vi invio i miei più cordiali saluti
        (Anna Finocchiaro)
        Certo? casomai sarà “Certa”, solo un uomo poteva scrivere certo e non al femminile.
        indirizzata a : loro sedi… ma se è una mail a che serve scrivere loro sedi. E da quando in qua si mette la firma del mittente tra parentesi? E sopratutto senza indicare la carica di presidente del gruppo parlamentare nella firma.
        Ma mi facci il piacere, mi facci..

  37. unodicinque ha detto:

    lo voglio pure io!!!

  38. luciano serrau ha detto:

    Sono schifato!

  39. ste ha detto:

    SCANDALOSO!!!!

  40. Katia ha detto:

    Anna, in un momento come questo perchè non fai un regalo ad una scuola??? Un orfanotrofio?? Un canile???

    • lerane ha detto:

      Giusto!

    • tafanus ha detto:

      Katia, lascia perdere la demagogia! qualcuno ti ha informato che né la Finocchiaro né altri possono cambiare destinazione a fondi iscritti in bilancio con uno scopo preciso, pena un’accusa di peculato o di distrazione di fondi pubblici “di scopo”?

      Il problema è la legge, ma finchè questa c’è, i soldi vanno spesi per lo scopo a cui la legge li destina.

      • elizz ha detto:

        assolutamente vero.
        e questa notizia fa “notizia” solo perchè il regalo è un IPad.
        se avesse regalato un intero servizio di bicchieri in cristallo di Boemia, noi non lo avremo mai saputo…….(come del resto non sappiamo cosa si regalano gli altri partiti).
        il vero problema è che i nostri politici dispongono di TROPPI SOLDI, TROPPI PRIVILEGI, e che non se li meritano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...