L’usuraio / e se fosse così?

di Pedrop

Il nostro valente ministro della Salute Ferruccio Fazio, già resosi famoso per l’oculatezza nella gestione dei conti del ministero a lui affidato commissionando un vaccino per l’influenza suina che è rimasto pressoché inutilizzato, oggi ritorna alla celebrità per una proposta suggestiva ed insolita. E’ di pochi giorni la notizia che sarà possibile, per chi lo vorrà, decidere di donare un proprio organo a persona sconosciuta. Ora che l’atto in sé sia un estremo sacrificio d’amore è fuori di discussione. Molto probabilmente, “in soldoni”, si sta parlando di trapianto di rene; perché, per quanto riguarda gli altri organi (fegato, cuore) la cui metodologia di trapianto è approdata ad una consolidata e sicura esperienza scientifico medica, non essendo in coppia, una simile legiferazione sarebbe assimilabile all’eutanasia….Dio non voglia !

Le notizie briose, colorate e “leggere”, cui ci hanno abituato con monotonia lobotomizzante i telegiornali delle due prime reti nazionali,  sono proseguite sull’onda di questa novità intervistando brevemente un gruppo di persone trapiantate,  fra cui un anziano ed arzillo vecchietto operato vent’anni prima (a suo dire) di fegato; talmente arzillo che ora poteva perfino partecipare a gare podistiche. Ora che una simile disponibilità di legge apra lo spiraglio a chi lo vuole di provocare una mutilazione al suo corpo (la sottrazione di un organo è pur sempre un fattore debilitante e rischioso per l’intero organismo), dovrebbe lasciare alquanto perplessi; tanto più che siamo in un paese dove viene proibito, a chi sta soffrendo una vita d’inferno per malattia neoplastica o malattia neurologica paralizzante evolutiva, di interrompere le sofferenze patite. Che una persona sana e normale di intelletto decida di sottoporre se stessa ad un intervento che esporrà il suo corpo, qualora venisse colpito da malattia l’organo residuo, a una fine certa, dovrebbe essere valutato davvero con estrema serietà e cautela. Tanto più che questa garanzia dell’anonimato è risibile  in un paese dove si riesce a sapere davvero tutto di tutti, dove le graduatorie concorsuali per diventare notaio o dirigente o anche semplice fattorino vengono taroccate in maniera spudorata, dove le gare d’appalto per lavori allo Stato vengono vinte da chi presenta assieme alla sua proposta un piatto di contorno condito con belle figliole allegre e disponibili, pseudocentri per massaggi brasiliani particolari a supermanager esauriti,  case che costano “davvero poco”, o le sempre ben gradite tradizionali mazzette.

Detto questo aggiungo che nel paese dove abbiamo un livello d’usura (stima ottimistica) a piccoli negozianti, artigiani, lavoratori in proprio pari o superiore al 30%, questa manovra appare davvero inquietante, aggiungo che il vecchietto corridore trapiantato di fegato, vent’anni fa era già in una fascia di età che, considerati i criteri di classificazione, lo avrebbero dovuto estromettere dalla lista d’attesa al trapianto (le regole dovrebbero vietare il trapianto a chi ha più di 60 anni)…sarei curioso di conoscere il suo mestiere, cosa faceva e a quale censo sociale appartiene. Aggiungo che tempo fa un famoso parlamentare della repubblica ormai arcisessantenne morì proprio mentre da lì a poco avrebbe dovuto essere trapiantato al fegato (il suo era stato distrutto da una cirrosi da virus dell’epatite C), la notizia mi lascio sorpreso, rilevai di nuovo che anche questa volta non erano stati rispettati i criteri di precedenza (l’età più giovane) nella lista d’attesa al trapianto . Aggiungo che non è necessario conoscere l”accettore” del proprio rene. Con la crisi incombente, nel paese che presenta le più potenti e capillari associazioni malavitose organizzate potentemente infiltrate anche nella politica, nel paese che possiede il discutibile privilegio di avere la classe politica e dirigente più  imbrogliona d’Europa, per un poveraccio, alla disperata ricerca di soldi, sarà sufficiente conoscere (o essere messo in contatto con) un collaboratore “occasionale” dello studio legale che cura gli interessi del trapiantando e soprattutto la valigia che lascerà in cambio o magari, più squallidamente, la risoluzione della vertenza con la banda degli strozzini.

O se preferite, per un Potente alla disperata ricerca di un rene sarà sufficiente incaricare il proprio avvocato di fiducia ad avviare un’indagine conoscitiva attraverso i soliti amici degli amici e da questi alla banda che impresta i soldi a strozzo ed avere così indicazione sul Disperato di turno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’usuraio / e se fosse così?

  1. SP ha detto:

    Un po pessimistico come articolo, ma purtroppo sembra inquadrare abbastanza bene lo stato della situazione. Mi stupisce moltissimo che il Vaticano non abbia ancora messo naso nella questione, considerando che, come dici tu, ha messo in piedi uno squallido circo per il problema dell’eutanasia. Sarei anche curiosa di sapere in quali altri Stati sia possibile fare una cosa del genere (o sia anche solo stata immaginata!), perché la donazione anonima di organo mi sembra tutta un’evoluzione malsana della donazione di sangue o midollo spinale; possibile che si sia arrivati a proporre progetti di legge simili, soprattutto quando i problemi seri della sanità in Italia sono altri?
    Non posso che essere d’accordo con te su tutta la linea…un conto è decidere di donare gli organi in caso di morte, tutt’altra storia è mutilarsi da vivi per donare a sconosciuti. Mi viene anche il dubbio che sia un modo come un altro per “legalizzare” il mercato nero di organi…(?!)

  2. Luca ha detto:

    Un articolo interessante, grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...