La scuola della Gelmini bocciata dalla Gelmini

La nuova scuola primaria della Gelmini (intesa come Mariastella) è stata bocciata senza appello dalla Gelmini (intesa come Cinzia). Nella elementare dove insegna la sorella del ministro, a Milzano in provincia di Brescia, hanno infatti scelto di infischiarsene del maestro unico introdotto dalla legge 169/2008.

E così, per aggirare la norma che impone l’azzeramento del modulo (il sistema che affidava a tre titolari, con identiche responsabilità, la gestione di due classi) hanno trovato un escamotage:  i docenti, anziché fare le ore previste dal contratto in un’unica aula, lavorano in team in classi diverse.

“Nel corso degli anni – spiega un collega della Gelmini – gli insegnanti si sono specializzati in un’area disciplinare specifica, tecnica, scientifica o letteraria.  Tornare al passato, al maestro unico, voleva dire perdere le competenze acquisite e costringere un insegnante di lettere a spiegare anche matematica o addirittura inglese:  per la qualità della didattica è senza dubbio un danno”.

Quella della Gelmini (Cinzia) non sarebbe comunque l’unica scuola disobbediente alla Gelmini (Mariastella): sembra che in giro per l’Italia il maestro unico sia più raro che unico. D’altronde se la ministra non è stata convincente in famiglia, figuriamoci con gli sconosciuti.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a La scuola della Gelmini bocciata dalla Gelmini

  1. alessia ha detto:

    sono una mamma che iscriverà suo figlia alla scuola primaria: Sono molto delusa dalla scuola e dalle forme operate in questi anni! Il mio desiderio era di iscriverla ad un modulo (di 24 ore!!!), ma tra numeri vai e moduli campati in aria alla fine mia figlia uscirà alle 16.30! Dov’è la democrazia e la libera scelta?????Alla fine tra politiche terroristiche e di minaccia si deve da seguire sempre la maggioranza e la minoranza ancora una volta non conta un bel tubo!
    S’è c’è la possibilità per legge di iscrivere il proprio figlio ad un tempo diverso dal consueto orario prolungato, perchè non si rispettano questi desideri e si dà la possibilità anche a queste persone di essere ascoltate, senza fare minacce infauste sulla classe a modulo?????

    • lerane ha detto:

      alessia, condivido le critiche alle (pseudo) riforme sulla scuola, ma mi sembra assurdo che tu non possa scegliere per tua figlia un orario più breve. i problemi, semmai, ci sono per chi scegli l’orario prolungato. mi permetto di darti un consiglio: ricontattare il dirigente scolastico e ribadire la tua scelta. cra cra

  2. tatiana ha detto:

    io penso che Mariastella…dovrebbe senz’altro affidarsi al parere e all’esperienza della sorella.. come in tanti settori, anche quì, stiamo retrocedendo.. il maestro unico sicuramente nn garantisce la preparazione che possono dare diversi insegnanti specializzati in una materia.. ma si sa che oggigiorno la qualità è meno importante della quantità..e se si può risparmiare…

  3. Pingback: La scuola della Gelmini bocciata dalla Gelmini « Rassegna Stanca

  4. Moloko ha detto:

    grande Peppe! ho utilizzato la tua frase come presentazione di questo link, che ho condiviso sul mio profilo….

  5. Peppe ha detto:

    una riforma eccezionale. niente numeri o studi scientifici sui quali basare provvedimenti legislativi, nessun idea di costi, nessuna finalita’. parole al vento del tipo ‘col maestro unico non c’era il bullismo’. Scuole fatiscenti senza computer, risorse e librerie. Con quanti ministri incompetenti puo’ sopravvivere una nazione?

  6. Pingback: Tweets that mention La scuola della Gelmini bocciata dalla Gelmini « Rassegna Stanca -- Topsy.com

  7. Paola R ha detto:

    Purtroppo c’è anche di peggio. A causa di questa riforma assurda nella scuola del mio paese l’orario dei maestri è stato predisposto a “tappabuchi” per cui, chi aveva ore in più (ex compresenze, ecc), è stato assegnato con 1 ora in una classe, 2 ore in un’altra ecc., anche in materie diverse, in base a necessità e non a competenza. Non vi dico la motivazione, la preparazione e l’entusiasmo di questi insegnanti! Voglio anche dire che i miei figli (3 media e 5 elementare) sono e usciranno da questa scuola con una preparazione eccellente grazie a moduli preparati e competenti, che funzionavano benissimo. Che gusto c’è nel mandare all’aria le poche cose che funzionano nella scuola???

  8. gianluigi ha detto:

    D’altronde, quando si sono fatte le cose senza sentire preventivamente chi ci lavora, ma solo per assecondare i diktat del ministro dell’economia, non si può pensare di essere autorevoli. Parafrasando Tonino, la Gelmini che ci azzecca con la scuola?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...