Chiudere i siti dell’odio

”La mano che ha aggredito Berlusconi è stata armata da una spietata campagna di odio condotta dal network Repubblica-L’Espresso, da quel mattinale delle procure che è Il Fatto, dalla trasmissione di Santoro Annozero e da un terrorista mediatico di nome Travaglio“. Lo ha detto ieri, nel suo intervento alla Camera, il presidente dei deputati Pdl, Fabrizio Cicchitto.

Domanda: tra i siti dell’odio che Maroni vuole chiudere c’è anche Cicchitto?

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Chiudere i siti dell’odio

  1. Isidoro Aiello ha detto:

    Viviamo ormai in un paese ove il carnefice si spaccia per vittima e la vittima viene fatta vedere come carnefice. Esiste una violenza inaudita nella menzogna sistematica, nella mancanza di rispetto per gli altri, nella manipolazione mediatica del’opinione pubblica, nel rendere vero ciò che appare, con assoluto disprezzo della Verità, nella mancanza di rispetto per le regole Costituzionali, nell’intimidazione di chi la pensa diversamente.
    Nessuno può attribuire ad alcuno la responsabilità del comportamento di un Folle.
    Ma vista l’efficienza delle numorose guardie del corpo selezionate dall’enturage del premier viene un dubbio: non sarà mai che l’abbiano lasciato fare?

  2. Luciano50 ha detto:

    Il disegno politico di chi ci “governa”, giorno per giorno, sta emergendo con sempre maggior trasparenza. Niente lasciato al caso, tutto scrupolosamente confezionato da mani esperte, ora si sta attuando.Delegittimare con qualsiasi mezzo l’avversario politico con accuse varie, salvo poi dire il contrario, e la giustizia ,colpendo i suoi uomini migliori ed evocando complotti inesistenti, fantasmi del comunismo che nel nostro paese da anni non esistono più, dipingendo un esercito di toghe rosse. Usando giornali e TV , per convincere sempre più persone che quello che nei paesi democratici è chiamato dissenso, sia istigazione alla violenza. Che La volontà di fare emergere le verità nascoste per migliorare il paese,e renderlo più “giusto”, per tutti,forti e deboli,ricchi e poveri sia sovversione, terrorismo. Dire che la giustizia è uguale per tutti, colpo di stato. E’ pericoloso difendere persino il capo dello Stato, quando viene ignobilmente attaccato.
    Dopo l’attentato al premier, qualcuno ha sentito indistintamente,da tutti gli esponenti della maggioranza, parole concilianti, moderate, pronunciate con senso civico e responsabilità ? Chiunque se lo sarebbe aspettato da coloro che ci governano. Sarebbero stati gesti doverosi, atti ad attenuare le tensioni nel nostro paese, no? Assolutamente no!!!!!!! Pardon,abbiamo sentito pronunciare la parola amore, Tettamanzi ringrazia. Cosa odono in realtà le nostre martoriate orecchie, invece, se non un coro all’unisono, accusare l’avversario politico di essere perennemente in combutta con magistrati deviati, e assieme sti fuori di testa vogliono giuste leggi e giusti processi , poi la manifestazione del popolo viola. Tutto questo ha creato questo clima di violenza, mentre nella maggioranza si pensa a beatificare Capezzone . L ‘attentato, si dice, era inevitabile, anzi, forse ci sono anche i mandanti. Poi Di Pietro, capobanda di un scellerato partito l’IdV ,partito da “siberiare”. N.B :vedi Putin (ex DC). Il gesto di una persona con gravi problemi psichici, l’atto condannabile di un uomo malato, è stato usato per delegittimare il dissenso, e studiare nuove misure atte a limitare la libertà dei cittadini.
    In parlamento, la voce della terza carica dello stato, il presidente Fini, ha espresso con grande onestà politica ed istituzionale, dissenso per l’approvazione della Finanziaria blindata, approvata senza discussione con l’opposizione. Dissenso o violenza?. Meravigliosa l’arringa del candidato nobel per la pace Cicchito.
    L’ ex membro convertito dell’area radicale estrema socialista di indirizzo marxista- leninista ed ex-membro della P2 (tessera 2232), ancora incazzato per l’azione di “mani pulite” ,ha aperto la stagione della caccia all’uomo, ai giornali liberi, alle trasmissioni che osano raccontare la verità, il tutto beninteso con l’intento di calmare il clima d’odio.
    Un amico,disperato, perchè sta perdendo il posto di lavoro, come tanti altri in questo travagliato momento, durante una manifestazione per il lavoro, ha fotografato davanti ad una libreria questa scritta su un foglio esposto in vetrina.
    “Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
    Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto, perchè mi stavano antipatici.
    Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perchè mi erano fastidiosi.
    Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
    Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare”.

  3. pennadaquila ha detto:

    durante la guerra nella ex-jugoslavia blog e foto e mail informarono il mondo di ciò che stava accadendo. Durante le repressioni in Iran tutt’ora in corso gli stessi strumenti dicono e testimoniano al mondo che cosa sta avvenendo.

    Forza Italia contro i comunisti, la Lega contro arabi e islamici, ma gli unici filtri della rete esistenti al mondo in rete esistono: in Cina, in Iran e negli Emirati Arabi.

    Qualcuno ha idee su come confrontarsi con belve come Gentilini o Borghezio?

    ma poi con le belve ci si confronta?

    qualcuno ha idea di come “contenere” dei deliranti senza farsi tirar dentro la malattia come le folle che applaudono?

    manifestare ballando come fanno in Iran, o cantando. Non è detto che le cose vadano meglio magari anche chi canta sarà definito pericoloso e mandato in esilio come successe in sud Africa con Miriam Makeba, ma non è proprio così che lei non solo ha continuato a cantare ma l’ha potuto fare in tutto il mondo

    rane e ranocchi cantano sopratutto nella notte.
    buon canto cra cra

  4. SenorFrog ha detto:

    …alllora tocca ribadire alcune sfumature del…concetto di “amore” secondo la lega http://www.youtube.com/watch?v=bbfTU7XSuzs

  5. cocorex ha detto:

    prima i siti, poi le misure contro le manifestazioni, poi…. E San Silvio nella sua prima lettera ai pdllini: l’amore è la cosa più importante! E se lo dice lui di queste cose se ne intende…

  6. Laura ha detto:

    mi sembrava chiaro, chiudere i siti che inneggiano alla violenza CONTRO BERLUSCONI e un incentivo statale per allestire siti anti-immigrati, anti-comunisti o presunti tali, pro pena di morte o squartamento del reo. E poi quando si sarà esaurito questo filone degli extracomunitari finalmente la lega potrà tornare a prendersela con i “terroni”

  7. Gabry ha detto:

    Cicchitto e parecchi altri come lui, hanno capito al volo il concetto di … “abbassare i toni” !

  8. paolop ha detto:

    per non parlare dela spazzatura pubblicata quotidianamente dai siti leghisti ineggianti a operazioni di pulizia etnica natalizia (legasi white christmas), alla xenofobia, all’odio nei confronti dei cittadini praticanti la religione musulmana, nell’asserzione che nelle moschee vengono allevati i terroristi, nelle guerre di quartiere scatenate dalla lega contro l’edificazione delle moschee. Per non parlare dei comizi di borghezio e gentilini.
    Pensa l’onorevole maroni di fare qualcosa per le questioni anzidette ? Oppure voleva solo un pretesto per portare finalmente la censura totale e la dittatura seria in Italia ? Cosà farà dei dissidenti ? Li metterà al confino o in carcere ? li fucilerà ? Li manderà nei CIE ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...