I pizzolini

Dopo i pizzini, i pizzolini… gli editoriali del Tg1

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a I pizzolini

  1. nik ha detto:

    ….se avete un figlio…che da grande vuole fare il giornalista…prendetelo, portatelo davanti ad una tv…fategli ascoltare (non mi riferisco nello specifico a questo, parlo del totale dei suoi pensieri) Minzolini…dopodicchè potete essere sicuri che vostro figlio….CAMBIERA’ IDEAAAAAAAAAAA!!!!!!!

  2. roberta ha detto:

    io, dal basso della mia ignoranza, stavo notando come la lingua di quest’uomo senza pudore influisca sul suo modo di parlare. é ridondante, michiolini! abbiamo capito che stai leccando il culo, tienila a freno!

  3. adaebasta ha detto:

    A me sembra di rivedere “C’era una volta in America”, il problema e che se la mafia lo fa fuori diventa un eroe.

  4. Francesca ha detto:

    l’unico strumento che abbiamo è l’auditel…

  5. pennadaquiladanzante ha detto:

    non avevo preso seriamente le affermazioni di mio padre: “i mafiosi sono incavolati per il 41bis”.. mi sembrava quasi insignificante e un po’ facilona di fronte a quanto sta accadendo

    finchè non ho collegato tutti e tanti proclami e proprio di tutti sti mafiosi,
    finchè non ho capito fino in fondo che cosa è e cosa significa il 41bis e che seriamente è il motore (certo non l’unica ragione) delle stragi di mafia degli anni 92-93

    il 41bis è la neutralizzazione del mafioso e del suo ruolo attivo nell’organizzazione, l’annullamento della sua vita sociale e familiare, tanto che sia la sinistra che radicali al suo sorgere lo contestarono quale forma di carcerazione che viola i diritti dell’uomo.

    Per chi si ricorda fu allora chiamato Legge Martelli dal nome del ministro di cui porta la firma e fu fortemente voluto da Falcone.

    i detenuti non possono tenere nessun oggetto, un massimo di un libro, niente fotografie e niente giornali, niente musica. Da qui la sorpresa di come siano invece informati tanto che oggi hanno regolari giornali e abbonamenti.

    La posta è controllata e potrebbero ricevere al massimo 2 pacchi postali al mese. I colloqui per i detenuti del 41 bis sono quasi impossibili, limitati al numero di uno al mese ed il contatto fisico con i parenti è completamente annullato da un vetro spesso e alto fino al soffitto.
    Nelle carceri di Viterbo e L’Aquila i colloqui avvengono in stanze piccole un metro per un metro. I detenuti sotto 41 bis hanno diritto ad abbracciare solamente i figli minori di 12 anni.

    l’isolamento dovrebbe impedire qualsiasi possibilità di comunicare e di gestire e dirigere ancora l’organizzazione dalle carceri, dando ordini o indicazioni, intimidazioni a giornalisti magistrati e politici .

    cosa che spesso non accade poichè nonostante i severi controlli, le infiltrazioni da e verso l’esterno non si riescono a impedire del tutto. Gli esempi sono tantissimi

    Per capire e fare ordine in tutti i nomi e gli anni e gli eventi, cerchiamo di capire.
    Lucarelli fece lo scorso anno un programma su rai3 tra racconto e memoria e documenti che può farci capire meglio i vari nomi e eventi che purtroppo spesso sono conosciuti in modo approssimativo.
    Conoscenza e Coscienza insieme rendono l’uomo libero, e proprio loro sono sempre attaccate da Disinformazione e Menzogna.

    La prima meta dovrebbe sempre essere il noi civile, i partiti sono solo uno strumento non dovrebbero mai essere il fine, per questo credo che il momento presente per quanto schifo ci faccia è anche il momento della speranza per una svolta civile verso il meglio e verso la democrazia.

    Non faccio parte di alcuna organizzazione, di alcun tipo, essere nato e vivere in questo paese è l’unico motivo per cui mi interesso, perchè mio malgrado, come per tanti, andare a scuola, avere figli, vuotare l’immondizia, mettere su casa, trovare un lavoro, mantenersi svegli e uomini o donne, incontrare altri popoli, fare benzina, ha a che fare con la politica con le leggi e con il governo della storia che si vive. E non c’è nulla di meno utopico che volere una società migliore, nonostante tutto.

    E non c’è niente di più realistico di quanto disse Falcone: La mafia è un fenomeno umano, e come tale ha avuto un suo inizio e avrà una sua fine.
    dipende da ognuno di noi accelerare questa fine smettendo di delegare solo ad altri, a magistrati a giornalisti alle forze dell’ordine, a imprenditori coraggiosi, ai pochi che si arrischiano a testimoniare, il compito e l’onere spesso pagato con la solitudine con gli attacchi delegittimanti e con la vita, un compito che in diverse forme è in fondo di ognuno, a partire dall’avere la volontà di conoscere.
    non per nulla Saviano lo scrittore afferma che l’altra e nuova omertà è proprio “non voler sapere”.

  6. ciccio ha detto:

    che schifo …

  7. Pingback: Tweets that mention I pizzolini « Rassegna Stanca -- Topsy.com

  8. Pherlayne ha detto:

    L’opposizione è morta e sepolta anzi non è mai esistita… l’unico è quel povero cristo di Di pietro che si sgola e perde dieci anni di vita ogni volta che fa un discorso.
    Bersani continua a dialogare, anche quando verra arrestato dalla Gestapo di Larussa continuerà a parlare da solo. La soluzione è solo mandare a cagare i partiti, se proprio si devono sostenere allora IdV e Liste civiche, il PD vive su un altro mondo, non è collegato al nostro piano di realtà, secondo me si drogano….

  9. pennadaquiladanzante ha detto:

    Minchiolini un esempio di disonestà intellettuale, cos’è questo intervento? una introduzione alla riforma della giustizia modello Alfano che salvi i due “amici” cancellando il reato di concorso esterno in associazione mafiosa?

    Con l’altro pernacchio che spara a zero dicendo che cambierà la Costituzione come se stesse parlando della tovaglia della sua tavola…

    Questa gente si è fatta… non so se da se’ o in compagnia, ma che si sia fatta è indiscutibile.

    Rita Borsellino:

    “Il processo va avanti. La deposizione di Spatuzza era una delle testimonianze, non si tratta qui della parola di Spatuzza contro quella di Graviano. E contrapporle è sbagliato”. Questo il commento di Rita Borsellino a CNRmedia sulla deposizione di Graviano oggi a Palermo. “Il processo va avanti e acquisisce elementi, – continua Borsellino – come è normale succeda. Da Graviano non mi aspettavo nulla di diverso da quanto ha detto in questa deposizione. Spatuzza, da anni, ha avviato un percorso di collaborazione con la giustizia ed è ritenuto credibile da diverse procure. Graviano non ha mai dato segno di voler collaborare” ha concluso.

  10. Max ha detto:

    pizzolini, scodinzolini… o anche minchiolini!

  11. Luciano50 ha detto:

    Se osserviamo attentamente, noteremo che tutti i vari portavoce dell’imperatore illuminato, nei loro interventi alla TV,ultimamente, usano un linguaggio comune, frasi simili come, minchiate, bambino sciolto nell’acido,presunto pentito,riforma della giustizia etc., frasi preordinate, comuni, memorizzate, studiate.
    Si sta sferrando un attacco micidiale, preordinato
    ed organizzato ad alto livello, non casuale, per stravolgere le verità che stanno emergendo e far passare poi, cose impensabili fino a poco fa, altro che complotto dei magistrati. Se l’opposizione con fermezza non raccoglie presto tutte le voci di dissenso e continua a sonnecchiare, il complotto-disegno imperiale si farà strada sempre più e non per risolvere i problemi del paese.
    I ripetuti comizi spavaldi del Minzolini di turno, il fregarsene del ruolo del Capo dello Stato, lo sputtanare l’italia in Europa e nel mondo, l’irritazione delle più alte cariche dello Stato, sono segnali da cogliere seriamente.

    • pennadaquiladanzante ha detto:

      osservazione acuta Luciano50.
      un vaso di pandora aperto dai due processi tra Caltanissetta e Palermo.
      1) il “papello” che i pm di Caltanissetta hanno avuto in copia dall’avvocato del figlio di Ciancimino, negli anni 92-93 sindaco di Palermo e ponte riguardo le trattative tra mafia e governo. Ciò di cui Rita Borsellino parla come “conferma di tutto ciò che finora era solo una ipotesi. Cioè che la trattativa è esistita. Una conferma importante su cose che si basavano solo sulle dichiarazioni dei pentiti”

      il papello qui: http://www.corriere.it/cronache/09_ottobre_15/papello-procura_b3df4306-b9b1-11de-880c-00144f02aabc.shtml

      2) il 41bis il carcere duro di cui i boss lamentano di essere stati “traditi” nelle promesse. dai proclami di Bagarella lanciati nei processi al silenzio del fratello “malato” Gravina che però parla del 41bis.

      questo è l’oggetto delle trattative dagli anni delle stragi e delle bombe di mafia che si sono interrotte subito dopo la revoca del 41bis del 4 e 6 novembre 1993 ai 140 detenuti per mafia dell’Ucciardone.

      Dalla volontà della mafia di avere un partito al governo che non fosse però direttamente identificabile con i mafiosi di Cosa Nostra come avrebbe potuto essere Sicilia Libera (Dell’Utri pure qui) nasce il partito voluto da Provenzano/Bagarella: Forza Italia.

      questo, più volte ventilato, ridicolizzato come fantasia o comica, non può e non deve essere confermato, deve rimanere barzelletta.

      ecco il nervosismo di un Berlusconi che non voleva che i pm parlasero di “cose vecchie di vent’anni fa”, ecco il processo breve che cancella le condanne dei reati sotto i 9 anni di carcere. ecco la riforma della giustizia che si invoca ed ecco il linguaggio comune volto a stravolgere le verità che emergono.

      i pm di Caltanissetta hanno chiesto formalmente all’Aise di accedere ai segreti di stato delle stragi di Capaci, questa autorizzazione è in mano alla presidenza del Consiglio.

      Si stanno risolvendo i “problemi della mafia” non certo i problemi del paese, ma quelli di Dell’Utri che neanche dovrebbe essere chiamato senatore perchè di fatto è stato condannato a 9 anni di carere e interdizione ai pubblici uffici per concorso esterno con la criminalità organizzata mafia, e dell’imprenditore del nord che ha fatto ricchezza e potere su questo: Berlusconi Silvio, e a seguito i vari mafiosi e collusi di cui basta cercare il nome e ti escono le condanne e le “amicizie”. che Schif…ani

      • Luciano50 ha detto:

        Caro pennadaquila, mi consola il fatto che fintanto chè ci saranno cittadini “liberi” intellettualmente come te, che riescono a leggere dietro le quinte della menzogna somministrata quotidianamente intuendo lucidamente cosa si manovra dietro le quinte di un potere immorale, corrotto e disumano, divincolandosi dai soffocatori di verità come Pizzolini, il Giornale di Pinocchio, Libero ma “poco poco”, avendo nel profondo aspettative di un paese finalmente più giusto, anche “normale” se vogliamo, la democrazia può ancora trionfare.E credimi non è adulazione, ma piena condivisione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...