Quella mano di Henry che ci fa sentire migliori

Ufficialmente scandalizzati, intimamente compiaciuti. La mano che Thierry Henry ha dato alla sua Francia portandola ai mondiali agita ancora le prime pagine dei quotidiani e le penne degli opinionisti italiani che finalmente, scrivendo quant’è cattivo il vicino transalpino, possono implicitamente assolvere tutte le furbate italiche, calcistiche e non.

Sul Corsera, ad esempio, Beppe Severgnini, si chiede: “E se Henry fosse stato Cassano? Se la frase il gol può non essere valido ma ce lo prendiamo l’avesse pronunciata Fabio Cannavaro invece di Sebastien Squillaci? Se fosse stata l’Italia a qualificarsi in modo sleale ai Mondiali cosa ci avrebbero detto? Risposta facile: di tutto, come al solito. Anzi: un po’ più del solito”.

Tony Damascelli, sul Giornale, parole diverse, identica sostanza: “Visto che siamo in Francia, Paese di formaggi (da ieri anche le bufale), rifugiati politici, champagne e letterati, si potrebbe citare Jean Paul Sartre e Le mani sporche. Qualsiasi riferimento a monsieur Thierry Henry è voluto al cento per cento”.

Su Repubblica un amarcord rievoca tutte le mani di dio, da Piola a Maradona, sottolineando però la nostra superiorità morale già dal titolo “Ma De Rossi confessò subito”, un gol in schiacciata al Messina nel 2003.

Come si suol dire, l’elenco potrebbe continuare a lungo. Ci fermiamo alla Stampa e a Massimo Gramellini, che sintetizza l’articolo nel titolo (Il mani-gol-do) e offre, credo, le due considerazioni più lucide: “La prima: per un giorno o due noi italiani ci sentiremo migliori dei francesi – più onesti e sinceri. E loro, per un giorno o due, abbasseranno lo sguardo senza sbrodolare il consueto disprezzo dalle labbra. La seconda riguarda l’ipocrisia di certi giudizi. Se Henry avesse rincorso l’arbitro e ammesso la sua colpa, non credo proprio che lo stadio – noto consesso di galantuomini – lo avrebbe salutato con un’ovazione. Più probabile che il reprobo sarebbe stato inseguito fino all’ambasciata d’Irlanda, dove si sarebbe affrettato a chiedere asilo politico (…) il fascino del calcio sta nella sua imperfezione e continua disonestà, così simili a quelle della vita. Ma allora la smettano di fare prediche moraliste, pretendendo da un affare che muove montagne di soldi quell’etica che sarebbe ostico rintracciare anche in una transazione fra poveracci.”.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Quella mano di Henry che ci fa sentire migliori

  1. carlo ha detto:

    A proposito dei Francesi+
    non è che si sentono superiori e che gli italiani ( la massa, qualche centinaia di individui esclusa) di solito sono ignoranti furbi e PREPOTENTI (solo perché spendono tutti i loro stipendi in macchine e vestiti troppo spesso si credono chi sa chi mentre il loro cervello è vuoto e tele/calcio dipendente) . Non va giu’ ai piccoli ignorantoni italiani che i Francesi non stiano al loro gioco sfottendo con giusta superiorità intelettuale le ignorantelle prepotenze degli italiani . Gli Italiani, sconfitti nelle battaglie di cervelli fini, chiamano i francesi arroganti …..

  2. Alessandro ha detto:

    Io penso che sia giusto rinfacciare ai francesi l’arroganza con cui ci criticano: io sono il primo a criticare gli italiani per quello che fanno, ma senza ritenermi superiore a chicchessia, cosa che invece contraddistingue da sempre i francesi. Dare del disonesto ad Henry per quanto mi riguarda è giustissimo e non significa affatto fare un elogio sperticato dell’Italia.

    • carlo ha detto:

      A proposito dei Francesi+
      non è che si sentono superiori e che gli italiani ( la massa, qualche centinaia di individui esclusa) di solito sono ignoranti furbi e PREPOTENTI (solo perché spendono tutti i loro stipendi in macchine e vestiti troppo spesso si credono chi sa chi mentre il loro cervello è vuoto e tele/calcio dipendente) . Non va giu’ ai piccoli ignorantoni italiani che i Francesi non stiano al loro gioco sfottendo con giusta superiorità intelettuale le ignorantelle prepotenze degli italiani . Gli Italiani, sconfitti nelle battaglie di cervelli fini, chiamano i francesi arroganti …..

  3. Danx ha detto:

    Grazie Romeo, bellissimo sport…pure tante ragazze!

  4. Danx ha detto:

    Romeo, ma è una figata, io adoro il freesbie!
    Solo non ho capito come si fa gol!!

    • Romeo ha detto:

      per segnare un punto ad Ultimate, il giocatore deve riuscire a prendere il frisbee, all’interno della “meta”, che un suo compagno gli ha lanciato.
      La “meta” è l’area di campo che si trova all’estremità del campo così come nel rugby (ma senza i pali!).
      La squadra avversaria deve intercettare il frisbee e fare punto nell’altra “meta” del campo.
      Qui alcune azioni di gioco: http://www.youtube.com/watch?v=RXxxu8QqzPQ
      Qui per scoprire il torneo più vicino a te: http://ffindr.com/en
      Ciao

  5. Massimo ha detto:

    Henry è un debole,laFifa corrotta,la giustizia sempre più calpestata.

  6. Romeo ha detto:

    io consiglio a tutti di lasciar perdere il calcio e di scoprire e provare a giocare ad Ultimate che è lo sport del frisbee a squadre.
    Per due motivi semplici: il fair-play è la regola numero 1 e poi non ci sono arbitri (i falli si contestano tra i due giocatori coinvolti e la punizione è cmq e solo la ripresa del gioco nel punto in cui era stato interrotto).
    un esempio: http://www.youtube.com/watch?v=4hOtehRn53Q

  7. Danx ha detto:

    Avete visto il casino, sempre per una cazzo di partita di calcio di merda (scusate ma ci stà, a volte lo odio più delle religioni!), in Algeria?

  8. Laura ha detto:

    ma tutta sta sociologia spicciola per 22 adulti che giocano a palla non è un po’ troppo?

  9. jules ha detto:

    Attenta che i francesi sono ‘mangiaranocchie’ e gli italiani sono furbi. Potrebbero associarsi per ripulire lo stagno. Adeguiamoci ‘rane furbe’, ‘mano di rana mano mai villana’ eccetera

  10. Gabry ha detto:

    “La prima: per un giorno o due noi italiani ci sentiremo migliori dei francesi – più onesti e sinceri” … NO, noi italiani non abbiamo nessun motivo x sentirci migliori … ne combiniamo di “ogni colore” .. tutti i giorni ..
    “La seconda riguarda l’ipocrisia di certi giudizi” … povero Henry, sarebbe stato linciato ben prima di pot. raggiungere l’ambasciata d’Irlande …
    In alternativa, tale ambasciata sarebbe stata messa a ferro e fuoco.
    Pare si chiami … tifo .. e, venga praticato dai tifosi, termine infausto !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...