Delinquenti

calderoliVisto che la teoria del complotto non basta più, Calderoli (in un’intervista a Repubblica) lancia l’allarme super-complotto. E fornisce le (sue) prove: «A quattro mesi dalle elezioni regionali sta accadendo di tutto – accusa Calderoli – C’è la nuova offensiva contro Berlusconi. In Puglia sulla sanità emergeranno cose devastanti. In Sicilia se fossi un dirigente del Pdl mi preoccuperei per quel che potrebbe venire fuori. In Campania il fronte Bassolino-Cosentino mi fa dubitare che a gestire le cose sia ancora la politica. Nel Lazio prima hanno costretto Storace a dimettersi da ministro, adesso mettono in croce Marrazzo con la pubblicazioni di verbali coperti dal segreto istruttorio. Le mele marce ci sono ovunque, ma è possibile che siamo governati da una massa di delinquenti?».

Già, Calderoli: com’è possibile?

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Delinquenti

  1. paoloz ha detto:

    finita l’epoca delle Strutture Monocratiche di Partito ispirate da ideali superiori (almeno formalmente e buoni solo per i babbioni) le macchine partitiche si sono trasformate per divenire agili e funzionali a microcorrenti di amici e di amici degli amici, pronte per soddisfare le esigenze delle tante camorre che governano il nostro paese da nord a sud. Ma andiamo !! lo scandalo dei rifiuti tossici in Campania , ad esempio, è tanto colpa dei casalesi quanto degli industriali veneti cui quella camorra è a loro funzionale. Anche al nord ci sono camorre che proteggono potentati, padrinati, famigli e affini. Piccoli gruppi di potere sparsi nel territorio Nazionale a macchia di leopardo e che costituiscono il reale tessuto governativo del nostro paese. In mezzo ci sta tutto: ci stà l’immobilismo di una società che non è in grado di sviluppare lavoro e produzioni intelletuali dalle Università (da cui la fuga dei cervelli), ci stà l’immobilismo economico che si esplica nelle tante corporazioni e nel mercato del lavoro al palo, ci stà una cultura medioevale e una violenza diffusa soprattutto negli apparati delle istituzioni che dovrebbero proteggerci, ci stà il bigottismo da difensori-del-cricifisso, ovvero un falso spirito religioso buono solo per ottenere privilegi e potere e per mettersi in mostra.
    Altrimenti uno come Berlusconi come farebbe ad esistere ?

  2. paoloz ha detto:

    finita l’epoca delle Strutture Monocratiche di Partito ispirate da ideali superiori (almeno formalmente e buoni solo per i babbioni) le macchine partitiche si sono trasformate per diveni agili e funzionali a microcorrenti di amici e di amici degli amici, pronte per soddisfare le esigenze delle tante camorre che governano il nostro paese da nord a sud. Ma andiamo !! lo scandalo dei rifiuti tossici in Campania , ad esempio, è tanto colpa dei casalesi quanto degli industriali veneti cui quella comorra è a loro funzionale. Anche al nord ci sono tante o poche camore che proteggono Potentati, padrinati, famigli e affini. Piccoli gruppi di potere sparsi nel territorio Nazionale che costituiscono il reale tessuto governativo del nostro paese. IN mezzo ci sta tutto: ci stà l’immobilismo di una società che non è in grado di sviluppare lavoro e produzioni intelletuali dalle Università, da cui la fuga dei cervelli, ci stà l’immobilismo economico che si esplica nelle tante corporazioni e nel mercato del lavoro al palo, ci stà una cultura medioevale e una violenza diffusa soprattutto negli apparati delle istituzioni, ci stà il bigottismo da cricifisso, ovvero un falso spirito religioso buono solo per ottenere privilegi e potere.
    Altrimenti uno come Berlusconi come farebbe ad esistere ?

  3. clo ha detto:

    beata ipocrisia!!!

  4. isason ha detto:

    vedrai finche ai delinquenti gli si coprono le spalle alla fine qualcuno arriva anche ai piani alti. e chissa come mai alla fine gli tornano sempre tutte a favore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...