La Santanché senza veli (e senza costole rotte)

santanchéPovera Daniela Santanché, lei da sempre non fa altro che promuovere il suo programma politico – “tutte le donne senza veli” (che poi è il programma politico della politica che lei frequenta) – e guardate cosa le succede… Lo racconta, indovina chi, l’immancabile Vittorio Feltri (che ha un enorme burqa azzurro che gli avvolge il cervello). In sintesi: “Botte a chi e contro il burqa. La Santanchè malmenata perché chiedeva ai musulmani di rispettare la legge. Avanti così e in Italia avremo due Stati separati: il nostro e quello islamico, altro che integrazione. Ora intervenga Maroni: una norma precisa vieta a chiunque di coprirsi il volto in pubblico, ma con alcuni non viene applicata. È il momento di esigere trasparenza nei bilanci delle moschee e un registro dei predicatori”.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a La Santanché senza veli (e senza costole rotte)

  1. marcello ha detto:

    e’ triste ed avvilente leggere commenti come quelli di Lopez e Spinotti e Marco:che stupidita’
    intorno a noi

  2. cla ha detto:

    il bisogno di visibilità non nasconde la sua incapacità a porre in essere argomenti di valore.
    la santanchè è solo una stupida razzista ignorante.

  3. blogorroica ha detto:

    a parte le versioni discordanti (“mi hanno aggredita” “ha cercato di trappare il velo a una donna”), parliamo di quella stessa donna che criticava Veronica Lario per aver contestato il marito pubblicamente (e non essere sottomessa)?

  4. Maurizio ha detto:

    brava Daniela! se continuiamo a dare spazio alle prepotenze degli stranieri, soprattutto musulmani, tra qualche decennio non esisterà più il popolo e la cultura Italiana sopraffatta dal loro integralismo.
    Finchè si tratta di carnevale una volta l’anno può essere tollerato, ma il burka è sempre tutto l’anno ed è contro la ns. legge. Se vengono quà ci devono rispettare e basta. Basta con la loro tracotanza !!

    • isason ha detto:

      nessuno mette in discussione la nostra legge sul viso coperto, o almeno io non lo faccio, ma credi che una festa religiosa come quella della fine del ramadan sia una ricorrenza tutto l’anno?
      anche io voglio che siano rispettate le nostre leggi, ma da tutti. perche la loro festa è diversa? forse perche sono diversi loro? embe? che c’è di male? se ospiti una popolazione e non ne assimili la cultura perdi tutto il potenziale vantaggio che la diversità ci offre. poi se li vedi come una massa di cialtroni senza cervello perche venerano un dio diverso dal tuo allora tu ti credi di essere meno fondamentalista di loro?

      • miralem ha detto:

        ISASON complimenti per la tua opinione, la penso come te!…e aggiungo se l’informazione sull’islam moderato, sunnita, non si diffonde ovvio che l’ignoranza si diffonde e ci sono moltissimi pre-giudizi infondati! lo dico anche da giovane, ho compagni di classe che odiano musulmani, ma se gli chiedi cos’è la Mecca, il Corano, il Ramadan o la mezza luna, non te lo saprebbero dire, perchè non sanno niente riguardo all’islam ma sono influenzati dalle cattive notizie dei tg o di partiti politici, o politici come la Daniera Santanchè….bella roba, per rispettare c’è bisogno di conoscerci!!

        http://miralem.wordpress.com

  5. lopez ha detto:

    …se è vero che la legge vieta di coprirsi il volto è anche vero che la Costituzione vieta la ricostituzione del Partito fascista e l’apologia al fascismo. Eh Onorevole Santanchè cominciamo da qui ?

  6. dino spinotti ha detto:

    Anche la Polizia a Bolzaneto aveva il volto coperto.

  7. miralem ha detto:

    specifichiamo che il burqa è il velo integrale che copre anche il volto…e io da musulmano dico che sono contrario!!! il buqa è da togliere, il velo normale invece che tralascia libero il viso si può utilizzare, lo fanno anche le suore!

    http://miralem.wordpress.com

  8. Edoardo lenzini ha detto:

    Se a carnevale vedo uno mascherato vado a denunciarlo guardate. Se c’è una manifestazione nella quale c’è la possibilità di vedere persone coperte totalmente dovrebbe essere una deroga implicita alla legge, oppure basta fa richiesta di deroga motivata alla manifestazione. No che siccome so musulmani allora nn possono porta il burqua. Poi dirante tutto l’anno anche per mera sicurezza è giusto che nessuno, ribadisco, nessuno vada in giro coperto totalmente.

    poi povera daniela. L’hanno picchiata. Se venivi da me, fondamentalista e insultavi il mio credo, offendevi me, la mia cultura, mi additavi come i pazzi, ecco. Si forse forse te l’avrei date anche io

  9. Sonia ha detto:

    L’Italia è uno Stato laico. Se vogliamo non far valere le ragioni religiose davanti alla legge e quindi poter far valere davvero la legge (uguale per tutti) allora forse si dovrebbe considerare ogni religione alla pari delle altre. La religione della Chiesa Cattolica sullo stesso piano dell’Islam, rimanendo nel caso specifico. Ma quante volte si è fatta invece valere la “ragione religiosa” di fronte a quella della res pubblica che è invece laica?! Tante: una per tutte la questione del crocifisso nelle scuole. Se l’istruzione è aperta a tutti e se le scuole sono pubbliche, statali, e lo Stato è laico, allora anche le scuole sono laiche e ciò stride – a mio parere – con la presenza di un crocifisso in ogni aula. Ci sono luoghi preposti a diverse funzioni. La scuola è l’istituzione il cui fine ultimo è la diffusione della conoscenza. Diffusione della conoscenza che non coincide con l’indottrinamento e con la coltivazione della fede religiosa. Per l’indottrinamento ci sono il catechismo per i giovani futuri cattolici e le moschee per i giovani futuri musulmani, e così via per il resto delle religioni; nonchè, ovviamente, la famiglia di origine che è la prima agenzia educativa in assoluto.
    Credo ci voglia coerenza. Se noi vogliamo che “loro” rispettino la nostra legge (per la sicurezza di tutti) noi dobbiamo rispettare la loro non cristianeità e assicurare che ciò che deve essere laico lo sia davvero. Loro così verranno incontro a noi, e viceversa. Sembra semplicistico come ragionamento ma credo che sia alla base di ogni rapporto umano e, dunque, possa esser ben traslato sul piano dei rapporti interculturali, tra due culture diverse che – inesorabilmente – dovranno assumere comprensione e tolleranza come primari atteggiamenti per una sana convivenza.

  10. Marco ha detto:

    giusto Santanchè…..e poi arrestiamo tutti i mascherati che girano per le città a Carnevale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...