Serve un titolo

silvio berlusconCari rospi, si sta per andare in stampa con il libro “Dieci (nuove) domande a Berlusconi”, il volumetto che raccoglie le domande fatte dagli utenti di fb e di rassegna stanca al premier. Gli interrogativi, ahinoi, non riguardano Noemi, D’Addario, Topolanek e le veline, ma Dell’Utri, Previti, Mills, Diaz, intercettazioni, Sme, Ciarrapico, stallieri della mafia, banche della mafia, P2, lodo Alfano…
il libro lo regaleremo a Silvio per il suo compleanno (il 29 settembre), ma prima ci sono un po’ di decisioni da prendere.
1) Come lo intitoliamo?
2) Quante domande ci infiliamo dentro (100? 150?)
3) Come lo pubblicizziamo?

Date un po’ di suggerimenti tra i commenti (non solo sul titolo) e pubblicizzate ancora il gruppo Dieci (nuove) domande a Berlusconi che trovate a questo link:
http://www.facebook.com/groups.php?ref=sb#/group.php?gid=98131227342

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

88 risposte a Serve un titolo

  1. Peppe ha detto:


    – Silvio, lo sai che se hai capelli lo devi alla ricerca?
    (da uno striscione della manifestazione no-133 a Roma)

  2. CONTE ha detto:

    un unica domanda .. che comprende tutto….
    QUANDO TENE VAI DAL GOVERNO ?
    SI SPERA PRESTO…

  3. Fausto ha detto:

    DICA!!!

  4. marcello ha detto:

    io avevo postato un titolo, che fine ha fatto?

  5. Christian ha detto:

    Titolo: “Silvio rimembri ancor?” (ironico e azzeccato).
    Sottotitolo: “10 domande per te non posson bastare”.
    Numero domande: centocinquanta (così il premier canta!)

  6. Diana ha detto:

    “Ai posteri l’ardua sentenza… ” ; visto il suo amore per Manzoni, tanto ha capito bene come sopire le menti degli italiani; con influrnze, cassaintegrazioni e veline!!!!!!!!!

  7. Vittoria Pagliuca ha detto:

    Io titolerei “MI CONSssENTA” (non so come poter scrivere “consenta” come lo dice Berlusca…con la “S” che si prolunga e la “e” chiusa”). Oppure: “DOMANDARE E’ LECITO…RISPONDERE E’ CORTESIA”. Oppure “AL CITTADIN NON FAR SAPERE…”. Oppure, in romanesco (così la Lega “rosica”): “E MO’ BASTA…PRESIDE’ RISPONDA!”

  8. Francesco ha detto:

    Titolo: Il reticente del consiglio (è fine e non guasta)
    100 domande
    web web web

  9. stephan ha detto:

    Il mio titolo è ” Agli elettori devi far sapere…”

  10. rossi ha detto:

    mah..secondo me il titolo non dovrebbe essere pungente,altrimenti diventerebbe troppo provocatorio.e il sig.B. non aspetta altro..

  11. matteo ha detto:

    come intitolarlo: quando l’uomo più potente d’italia non ha paura di niente tranne che nel dare risposte. butta 150 domande, più sono più letame si prende. per pubblicizzarlo aspetta che apra striscia la notizia e chiedi a loro di pubblicizzarlo, oppure metti inserti in rete

  12. marcello ha detto:

    “10+ non è un voto
    (domande per bocciare un premier)”

    per la promozione dipende dall’editore. se viene pubblicato on-line (ci sono diversi siti per l’autopubblicazione) ognuno può ordinare la propria copia, mentre se viene pubblicato da un editore ci sarà la sua rete di distribuzione

  13. michaela ha detto:

    titolo:
    “anche le bugie hanno le gambe corte”
    🙂

  14. Andrea ha detto:

    Cento domande per trenta puttane ? 😉

  15. Fausto ha detto:

    “Reticente del Consiglio” è bella, ma non fa capire che stiamo ponendo domande e vorremmo delle risposte. Andrebbe benissimo come sottotitolo, non come titolo.

  16. pino nicotri ha detto:

    Suggerirei il titolo “A domande NON risponde”

  17. I titoli potrebbero essere infiniti, ma – visto che intanto non ha risposto e continuerà a non rispondere – io lo chiamerei dylaniamente “LA RISPOSTA E’ NEL VENTO”, sperando che – quanto prima – arrivi un vento di protesta così impetuosa da spazzare via lui ed i suoi servi.

  18. michaela ha detto:

    – domande: 100 possono andare;
    – pubblicità: internet; certo non sarebbe male distribuire copie gratuite… ma i costi sarebbero eccessivi…

  19. Danx ha detto:

    Io lo chiamerei:
    “Se non rispondi puzzi di sbiurra”
    A volte mi diverto ad essere volgare e con Schilvio è cosi facile!

  20. michaela ha detto:

    Decisamente no al “Ci consenta”: lo trovo troppo poco incisivo e per nulla pungente!
    Decisamente meglio:
    – “il reticente del consiglio”, io vedrei ancora meglio “Il REticente del consiglio”;
    -“COGLIONI – Bisognerebbe averli per rispondere”

  21. ghazi ha detto:

    l’italia chiama…. silvio rispondi…

  22. psychodwarf ha detto:

    Domandare è lecito?

  23. Alessio ha detto:

    A me piace questo: “L’ uomo che non c’era”
    come il titolo di un film dei fratelli Coen.

  24. maria ha detto:

    Titolo: “Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”

  25. ric ha detto:

    il patetico

  26. vito antonacci ha detto:

    io lo chiamerei così: “10 motivi per meritarsi una denuncia”.
    Che ci denunciasse tutti lui e il suo cagnolino Ma va la Ghedini.

  27. pierluigi ha detto:

    io la prenderei un pò più alla larga,non mi dispiacerebbe come titolo
    Un Diavolo Per Capello;
    domande ne bastano poche , tantopiù che molte risposte sono già note , tante si trovano nelle varie carte processuali , ma , per curiosità ,si potrebbe cominciare chiedendo chi gli ha affidato i soldi da investire (MI 2 , TV , Milan , Giornali)=chi è il suo padrone.
    Per la pubblicità senz’altro il web……..( chi altri accetterebbe?)

  28. pedrop ha detto:

    pecore ruggenti

  29. Maurizio ha detto:

    LA DERIVA
    (maledetti CattoComunisti)

  30. Rita ha detto:

    Anche a me piace molto “il reticente del consiglio”,
    sintetizza bene il concetto 🙂

  31. baglife ha detto:

    Che ne direste di “Popolo della Verità”.

    Pubblicatelo su internet e poi lasciate fare al passaparola. La gente se vorrà lo stamperà, lo fotocopierà e lo userà per allargare il “contagio”. Tutto finché un editore non fiuterà l’affare e si prenderà l’onere di pubblicarlo come un vero libro.

  32. Silvana Sirianni ha detto:

    “Il Reticente del Consiglio”, senza dubbio.

  33. Zio Trap ha detto:

    Un grazie di cuore a coloro che stanno appoggiando il titolo “Il Reticente del Consiglio” 🙂

  34. jacopo ha detto:

    io lo intitolerei Il reMuto………… :-)))

  35. alessandro del re ha detto:

    TITOLO: Silvio rimembri ancor..?
    N° domande: 100
    PUBBLICITA’: Internet

  36. Moby ha detto:

    Cento Rospi per un Nano

  37. Maurizio ha detto:

    ” Mi avvalgo della facoltà di non rispondere “

  38. Giulio ha detto:

    …Dimenticavo che forse “Il Giornale” di feltri sarebbe lieto di pubblicizzarlo anche gratis!

  39. Giulio ha detto:

    “Il Reticente del Consiglio” è molto bella, “Ci consenta…” è anche buona… mi viene in mente anche “Impotente chi non ci risponde!”, e lo tocchiamo sul vivo, è una delle cose cui tiene di più. Per il numero delle domande è importante quanto siano argomentate se no diventa un tomo di 3000 pagine…credo che piuttosto di rispondere passi pure per impotente. La pubblicità è ovviamente sul web, l’unico canale che non è riuscito a bloccare del tutto, non ce ne è un altro in Italia

  40. Albino ha detto:

    mi faccia il piacer di degnarmi di una risposta

  41. Matteo ha detto:

    Silenzi di un bugiardo

  42. Massimo ha detto:

    L’uomo dell’n-sima bugia! ========> Titolo

    Sei la vergogna del paese!!!! Fatti processare BUFFONE!!!

  43. Daniela Longi ha detto:

    “Il Reticente del Consiglio”, senza alcun dubbio

  44. Andrea ha detto:

    Ha ragione Gilberto, Rana …
    ti riposto qui la risposta che ti ho dato anche su FB:

    Rana, questa cosa del referendum sul titolo non va assolutamente bene … qui siamo in cento a dire la nostra ma più che una riunione redazionale mi sembra un’assemblea di condominio … esperienza assembleare che ODIO con tutte le mie forze !!!

  45. Gilberto ha detto:

    rana,ma Te le domande le vuoi fare a Berlusconi o le riservi tutte a noi ?
    Ce ne fai ben 3….
    1) 1 MUTANDA (che sarebbe una domanda diversa dalle solite )
    2) 1 SOLA DOMANDA
    3) TANTISSIME NOSTRE E-MAIL AL SUO SITO MINISTERIALE E A QUELLO DEI GIORNALI TELE E NON.

    P.S. = siete curiosi di sapere quale sia la domanda? Semplice : quando Ti levi dal cazzo?

  46. dacia valent ha detto:

    “ci consenta presidente” mi sembra un po’ un piagnisteo. io sarei per un più ficcante
    “Berlusconi: una storia italiana”.
    e soprattutto, non vedo per quale motivo evitare riferimenti al figume, visto che ce lo ritroviamo al governo, no?
    anzi, direi di saccheggiare a man bassa le foto del libello mandato agli italiani, alle foto di lui che bacia bambini, ai family day e così via.
    insomma, per quale motivo lasciare che la “storia italiana” la faccia lui con i suoi metodi?
    baci, iaia

  47. Andrea ha detto:

    “CI CONSENTA!!”

    TUTTA LA VITA!

    per quel che riguarda la pubblicità direi a ogni ranocchio di prendersi un bel volantino pdf da attaccare nel portone e nel quartiere con il link a questo blog…

  48. Carmen ha detto:

    Titolo: “Il libro delle domande: perchè la risposta fa male alla prostata”
    Numero: 100.
    Pubblicità: web e giornali indipendenti, sono di poca diffusione ma da non sottovalutare completamente.

  49. sergio rossi ha detto:

    sotto il tacco di un tappo

  50. valeria ha detto:

    comunque…non risponde a 10 domande…figuriamoci a 100, per di più intelligenti!

    Bentornata Rana…

  51. luisa ha detto:

    per il titolo mi piace tantissimo “il Reticente del Consiglio” lo trovo geniale..
    per il numero dipende.. se argomentate (come si dovrebbe a mio parere) non dovrebbero essere più di una cinquantina.. poi dipende da che volume uno intende produrre..
    mi accodo sulla pubblicizzazione.. il web è il mezzo più potente al momento .. sopratt vista la situazione dei media attuali..

  52. valeria ha detto:

    domandare è lecito? rispondere cortesia!

  53. Silvia Levi ha detto:

    bene “ci consenta” (meglio senza presidente), no “se questo è un uomo” o qualcosa che ci assomiglia (niente rimandi a Primo Levi, neanche alla lontana), e per lo stesso motivo di rispetto (a te e a noi) non può andare “Sputa il rospo” che sennò mi piacerebbe. “101 domande stanche” ? sottotitolo: “a chi non ha risposto ma speriamo risponderà” o qualcosa di simile …

  54. rossi ha detto:

    Titolo:”ci consenta,una risposta”
    le domande,a mio avviso ,non dovrebbero essere tantissime,altrimenti si disperdono.Poche(una ventina) ma incisive.la pubblicita’ ,sul web

  55. Nicola ha detto:

    1)Come titolo “Ci consenta!” è molto carino ma forse povero di originalità
    2) Non serve un numero preciso, l’importante è pubblicare domande “originali”, ossia evitare doppioni, triploni e via dicendo…
    3) Ovviamente Facebook, Twitter, Myspace ecc ecc, per pubblicizzarlo

  56. andrea ha detto:

    Comunista e felice di esserlo…………….

  57. Rita ha detto:

    Le domande da inserire nel libro, secondo me, sono quelle a cui lui non potrebbe mai dare risposta: quelle intelligenti. Noi ci affidiamo all’intelligenza della rana per la scelta.
    Non importa quante sono. Se sono tutte ironicamente intelligenti, TUTTE.
    Per la pubblicità basterebbe anche facebook, se tutti i rospi dichiarati e iscritti al gruppo riescono a coinvolgere i propri contatti e anche qualche blog amico.

  58. Zio Trap ha detto:

    Titoli:

    “COGLIONI – Bisognerebbe averli per rispondere”

    “Seguiranno 101 domande senza risposta”

    “Il Reticente del Consiglio”

    “Silenzio assordante.”

    “Sollecitasi cortese risposta STOP”

    “Permette un centinaio di domande?”

  59. virgy ha detto:

    1) Come lo intitoliamo?
    2) Quante domande ci infiliamo dentro (100? 150?)
    3) Come lo pubblicizziamo?

    1)Titolo: Mi accodo e sponsorizzo anche io il geniale “CI CONSENTA!”
    2)domande: tutte quelle che abbiamo a disposizione furche’ non ripetitive
    3)publicita’ : blog ..web .facebook …

    una domanda per te ??
    possiamo averne una copia ????

  60. chiara ha detto:

    1. Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?che tradotta letteralmente significa “Fino a quando dunque, Catilina, abuserai della nostra pazienza?”, locuzione già usata dal nobel Saramago nel suo blog, proprio a proposito di Berlusconi
    2. 100 domande sono più che sufficienti
    3. sul web, tramite fb

  61. Rita ha detto:

    Al Signor
    “alle domande non rispondo” me lo ha consigliato il mio avvocato “ma va là” ;-D

  62. Andrea ha detto:

    Si faccia queste cento domande e si dia una risposta (se ce l’ha)

  63. barba giulia ha detto:

    OK LE DOMANDE…MA LE RISPOSTE?
    OPPURE
    2009 L’ANNO DELLE DOMANDE AL PREMIER
    OPPURE
    A DOMANDA RISPOSTA?
    OPPURE
    LE RISPOSTE SONO UN OPTIONAL

  64. Sonia ha detto:

    “Presidente ci consenta” potrebbe essere la soluzione migliore. Ironico, ma ricordiamoci che non ci serve il suo permesso per porgli queste domande, dato che è un nostro “dipendente”! Del resto sarebbe di certo un bel colpo d’occhio il numero delle persone che hanno postato domande e pretendono risposte (anche se “fissare un numero” potrebbe essere controproduttivo). “Le 100 (o 150) domande da NON fare a Silvio” potrebbe essere una valida alternativa alle 2 opzioni precedenti.

    X quanto riguarda la diffusione: ovviamente internet, sia per pubblicizzarlo grazie al passaparola e sia x far circolare il formato digitale. Impossibile (o quasi) fermarne la diffusione!

  65. Paolo Cardone ha detto:

    “Presidente, ci consenta…” mi piace molto.
    Oppure riprendendo il libro di Levi : “Se questo e’ un uomo”

  66. giovannino cabula ha detto:

    A DOMANDA RISPONDA

  67. giovannino cabula ha detto:

    RISPOSTE A DOMANDE

  68. Politwica ha detto:

    Per la pubblicita’ direi alla grande il WEB ma anche il nuovo giornale di Travaglio (“Il Fatto Quotidiano”).

    Ma farete una vera stampa o vi appoggerete a siti come “lulu” o altri del genere di print on demand?

  69. Politwica ha detto:

    Titolo: Mi accodo e sponsorizzo il geniale “CI CONSENTA!” Ma anche “Signor Berlusconi quanto ritiene stupidi gli italiani?”

    Domande: 150/200 fa lo stesso. L’importante e’ eliminare cose palesemente false (ad esempio, la condanna a Mangano per Mafia avvenne molto dopo l’assunzione. Quindi poteva (???) non saperlo.

  70. HellBove ha detto:

    1.10 domande a cui non vorrebbe rispondere.
    2.Tutto quello che avreste voluto sapere sul premier e che lui non avrà mai il coraggio di dire.
    3.Tutti gli interrogativi del presidente
    4.Berlusconi, Dell’Ultri, Previti, Mills e gli altri compagni
    5.Le 100 cose che so su Mr B.

  71. ilenia ha detto:

    dieci domande per te non posson bastare..

  72. andrea ha detto:

    sono d’accordo con: “PRESIDENTE, CI CONSENTA….”

  73. silvia serra ha detto:

    Ci consenta…

  74. L ha detto:

    “veritas veritatis in 101 domande” (verità di vierità)

  75. Mirella 1602 ha detto:

    “A.A.A. 100 RISPOSTE CERCASI”
    Sulle domande ovviamente includerei le più scomode…per il nanosoggetto.
    La pubblicità sul WEB mi sembra la più indicata e poi….il passaparola

  76. AlesSandro Bellucci ha detto:

    1) Come lo intitoliamo? 150 domande da recapitare a San Pietro.
    2) Quante domande ci infiliamo dentro? 150.
    3) Come lo pubblicizziamo? Provate con gli sponsor de L’Unità…..

  77. Paola Golinelli ha detto:

    io lo intitolerei semplicemente:
    “ci” consenta

  78. gisella rossi ha detto:

    titolo:
    “Presidente, ci consenta…”

  79. adriana ha detto:

    Secono me non dovrebbero esserci limiti al numero di domande, più sono meglio è. Riguardo il titolo potremmo scriverci direttamente a caratteri cubitali il numero delle persone che hanno postato le domande e pretendono risposta, potrebbe essere un’intestazione di grande effetto!!
    In bocca al lupo, vi sosterrò in tutti i modi possibili!

  80. c1rc0 ha detto:

    1. Le 100 domande da NON fare a Silvio
    2. 100 piu alcune di bonus
    3. tramite ebook sul web

    Peace&Love

  81. Riccardo Rabita ha detto:

    Trai vari titoli dovreste considerare : Compralo, mi servono i soldi per gli avvocati! (vista la nuova moda dello sportivissimo nano)

    Io direi 150

    Ovviamente su FB!! 🙂

  82. Margot Schenk ha detto:

    Signor B., io di domanda ne ho solo una! opp.
    Il popolo chiede, ma il premier non risponde

    La mia sarebbe: da 1 a 10, quanto stupidi ritiene gli italiani???

  83. adaeada ha detto:

    1) Mi consente una domanda?
    2) Direi un 100 ben indirizzate
    3) Se tutti gli amici lo mandano agli amici e gli amici ai loro amici via fb si creerà una catena infinita a penso che a repubblica non passi inosservato quello che sta succedendo in rete.

  84. Giacomo ha detto:

    “10 domande per te non posson bastare..”

  85. giuseppe gatto ha detto:

    titolo:
    “100 domande”
    ci si infilano le migliori e più “ficcanti” e fastidiose 100 domande…
    lo pubblicizzeremo sul web…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...