Il nonsenso al 61% e le veline di Feltri

vittorio feltri

Il premier autocolloca al 61% il consenso degli italiani nei suoi confronti. Il dato merita un paio di considerazioni.

Punto primo: prendendo alla lettera il premier salta agli occhi il repentino crollo del suo indice di gradimento. Ancora il 1 giugno Berlusconi assicurava: “il mio consenso sale al 75,1%”. In nemmeno un mese, dunque, ha bruciato il 14,1% dei consensi. Un meno 14,1% così rapido, va sottolineato, farebbe impallidire qualsiasi leader politico. Invece il nostro presidente del consiglio accoglie il dato con grande soddisfazione. Perché? Perché, ovviamente, quel 61% è falso, come prima era falso il 75,1%.

Il 61% è un’invenzione di Vittorio Feltri e dello staff del premier, una velina che berluscones e giornalisti di Libero provano a imporre all’attenzione dell’opinione pubblica. Il 24 giugno, infatti, per vedere l’effetto che fa, Libero pubblica un pezzo nella pagina dei commenti. Titolo: “Oscurato Obama. E’ Berlusconi il leader più amato”.

“Obama segna il passo scivolando per la prima volta sotto il 60% di approvazione – assicura Libero – Così Silvio Berlusconi, nonostante la procura di Bari, forte del suo 61% di popolarità presso gli elettori italiani non solo tiene, ma conquista la vetta nella speciale classifica sulla valutazione dell’operato dei maggiori leader occidentali”.

Chi l’ha fatta questa speciale classifica? Il 60% di Obama è stato misurato da Gallup. Il 50% di Angela Merkel è frutto dell’analisi di Politbarometer. Il 41% di Gordon Brown deriva dalla ricerca realizzata da Uk Polling report. Il 45% di Sarkozy è stato calcolato da Opinion Way. Tutti istituti autorevoli e indipendenti. Chi assegna invece il 61% al premier italiano Silvio Berlusconi? Lo svela proprio il quotidiano di Vittorio Feltri, scrivendo che il dato arriva da “fonti vicine a Palazzo Grazioli”. Maddai? Ma come si fa?

Ma c’è anche un punto due. Si è appena votato per le europee e Berlusconi ha preso 2 milioni e 700mila preferenze, pari al 5,4% dei voti degli aventi diritto. Tra gli elettori del Pdl solo 1 su 7 ha scritto sulla scheda elettorale “Silvio Berlusconi”. Sarebbe gentile se il premier (o almeno Feltri) spiegasse come mai questo consenso (al 75,1% o al 61%) nell’urna non si trasforma in un plebiscito.

Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Il nonsenso al 61% e le veline di Feltri

  1. pedrop ha detto:

    feltri è una persona che fa schifo sotto ogni punto di vista !! Bisognerebbe far studiare il suo cervello in qualche università all’avanguardia nella neuropsichiatria sperimentale: come possa una persona con un cervello simile pasticciare ocn tutta quella merda e riuscire poi a guardarsi allo specchio, dormire la notte, ecc. ecc.

  2. Orizzonte7 ha detto:

    non c’e da stupirsi di nulla. Feltri è conosciutissimo da tutti.
    leggi qui, forse può interessarti…è un particolare, ma la realtà è fatta anche dalle piccole cose:

    http://orizzonte7.wordpress.com/2009/07/01/viareggio-la-vergogna-della-disinformazione/

  3. Ugo ha detto:

    Non credo sia importante il 61 o il 75% , quello che conta è che B. gioca tutto sulla pubblicità, sulla ripetizione all’infinito di cifre che non hanno alcun senso reale, ma che comunque restano impresse nelle persone che si accontentano del Tg5 o del Tg1. Un detersivo o una crema insomma, niente di più. Ma amplificato da mezzi televisivi straordinari, al punto di trasformarsi in realtà vissuta da tanti come assolutamente vera. Ecco, il gioco è fatto. “Questa è la politica, bellezza”, spiegherebbe B.. Se mai gli interessasse farlo.

  4. In Italia si vive solo di sondaggi….., poi il 61% mi sembra un po esagerato….
    http://riflessioniquotidiane.wordpress.com

  5. pedrop ha detto:

    Ahmadijaidin ha fatto di meglio. Il nanoputtaniere dovrebbe andare a scuola da lui.

  6. laura ha detto:

    il dubbio è: ma come mai nessun giornale, dopo aver riportato la notizia della dichiarazione si è chiesto (e gli ha chiesto) “ma chi te l’ha detto?”

  7. rox ha detto:

    è vero,il sondaggio lascia il tempo che trova.L’unico dato di fatto è che,con tutto lo schifo ed il marciume in cui è invischiato,dovrebbe dimettersi.DIMETTERSI

  8. Giulio ha detto:

    Ma come si fa a pensare che il 61 % sia un dato autorevole? Subito dopo elezioni che lo hanno visto al 35 % (il partito, non la persona)? Quel che mi inquieta sempre è che ci sono individui (tanti, purtroppo) che prendono queste cazzate come oro colato! E’ sempre questo il punto. Che “papi” desse i numeri lo si sapeva già da un pezzo.

  9. Giuli ha detto:

    Forse è il 61% delle aspiranti veline, letterine, letteronze che fanno leva sul lato debole dell’uomo, per fare carriera velocemente e guadagnare soldi senza passare per la gavetta, come dovrebbero fare tutti.

  10. Gabry ha detto:

    61% … nonsenso !!
    Non é necessario spendere molte parole, x 1 “velina” passata da fonti vicine a palazzo Grazioli e ripresa da uno pseudogiornalista, profumatamente pagato, x mettere a tacere anche l’ultimo briciolo di dignità.
    Ammesso che, da quelle parti, conoscano, se pur vagamente, il concetto di dignità ….
    NONSENSO … e stop !!

  11. sandro di cello ha detto:

    mi sorge un dubbio ma la domanda del sondaggio non è che era volete berlusconi fuori dalle palle?????hahahahahahahah

  12. Fausto Minisini ha detto:

    Ecco una prima spiegazione: Obama non è nero! E’ solo “oscurato”! Dal Reo Silviolo… ;-))

  13. sandro di cello ha detto:

    il sondaggio specialmente in italia lascia il tempo che trova, poi a mio avvisoin politica non serve a nulla anche pechè è molto difficile anche se preparato da autorevoli studiosi.
    il sonfdaggio può avere valore esclusivamente per un prodotto commerciale che viene prima provato e poi viene valutato dal consumatorehe o , il prodotto politico va valutato dal sondaggio unicamente in preventivo per cui soggetto a cambiamenti repentini nel giro di breve tempo a volte ance di ore primo perchè e esclusivamente soggettivo e quindi non può essere fatta una media precisa è poi il campione deve essere così vasto da dovere spendere dei mesi per la valutazione per cui quando è pronto già diventa obsoleto per cui l’UTILIZZATORE FINALE come lo chiama chi ha scritto prima di me,( io lo chiamo SOMARIERE cioè cavalier un po’ più che dimezzato , può annunciare qualsiasi percentuale che indubbiamente non è mai attuale.

  14. fabrizio carbone ha detto:

    il fatto è che nessun giornale o tv non pagata dall’ Utilizzatore Finale è in grado di attaccarlo con dati precisi e con la volontà di incastrarlo: si facesse fare un sondaggio vero e vediamolo questo 61%: forse come dice qualcuno è il 61% ,ma tra quelli che votano il partidodellelibertà. E solo tra quelli,

  15. Sere ha detto:

    invio…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...