L’immigrato è un carciofo

zaia“Maroni respinge indietro i clandestini, noi le schifezze alimentari che altri vorrebbero farci mangiare”. Il ministro dell’agricoltura Luca Zaia ieri era a Pontida, coi suoi della Lega Nord. “Voglio raccontarvi una breve storia – ha detto dopo l’alzabandiera (il vessillo del Carroccio, mica il tricolore) – Il giorno del mio insediamento ho detto a tutti che il ministro si sarebbe sporcato le scarpe di terra e così è stato. Il ministro deve stare in mezzo a chi lavora. Pochi giorni dopo il mio insediamento ho riunito i forestali e gli ho detto: basta rincorrere i pensionati nei vigneti, fermate i cinesi. Così abbiamo inaugurato la tolleranza zero contro le schifezze cinesi.  Mi piace pensare al lavoro del ministro Maroni che respinge alle frontiere i clandestini che cercano di entrare nel nostro Paese. Allo stesso modo noi rispediamo al mittente le schifezze alimentari che altri stati cercano di farci mangiare. La difesa della nostra terra non può prescindere dalla difesa della nostra agricoltura. Difendere la nostra agricoltura vuol dire difendere il nostro territorio, ma anche le nostre tradizioni e le nostre origini, in una parola: la nostra storia”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a L’immigrato è un carciofo

  1. margrant ha detto:

    un altro che del suo lavoro di ministro ha capito tutto….

  2. DRC ha detto:

    Senza parole.

  3. Fulvio ha detto:

    E’ proprio il caso di dire…”braccia strappate all’agricoltura”….

  4. pedrop ha detto:

    Un mio lontano cugino faceva il contadino in piemonte. Morì a 50 anni con un cancro al fegato; non aveva mai ecceduto nel bere, e non aveva contratto l’epatite B. Tutte le primavere, e per tutte le estati della sua vita, saliva sul trattore e spargeva i campi con una polvere bianca finisssima. Serviva per i parassiti, diceva.
    …insomma autarchia anche per le schifezze. Se proprio schifezze devono essere, mangiamoci le schifezze prodotte dai nostri !!
    …Zaia è lì mica per fare altro, no?

  5. Giorgio Ferrari ha detto:

    blut un boden si diceva negli anni trenta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...