Originally posted on bicisnob:

la mia andatura è come mi sento
il sorriso prende subito velocità
la collera profonda pesta sul pedale
la malinconia ha un movimento lento

se cambio umore la strada m’asseconda
il rettilineo si fa dritto quand’ho ragione
la curva è a gomito e io son contorta
l’asfalto, se poi m’annoio, diventa una rotonda

il ritmo ha il tempo di un presentimento
quello d’adesso ha una cadenza vaga
quello che ho dietro il passo del passato
se guardo avanti è un continuo cambiamento

ma poi rifletto sulla mia velocità:
stanca e snervata filo via spedita
energica e leggera avanzo pigramente
e l’andatura giusta dove sta?

è facile capire, è semplice non perdersi
veloce? lenta? e quando si corre via e quando s’anela
con la gamba che diventa sasso o giù per la discesa
solo una cosa conta, anche da fermi: muoversi!

(bicisnob)

View original

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Rassegna Stanca. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...